Roma, 26 ott – L’Italia non piacerà all’Unione europea per la manovra del governo gialloverde, ma a quanto pare è nelle grazie di Stati Uniti e Russia, che forse sono un po’ più di peso dei tecnocrati di Bruxelles.
Ieri infatti il presidente Usa Donald Trump ha telefonato al premier italiano Giuseppe Conte per complimentarsi su come il governo Lega-M5S sta affrontando il problema dell’immigrazione incontrollata.
Ad annunciarlo su Twitter lo stesso Trump: “L’Italia sta adottando una linea molto dura sulla immigrazione illegale e io sono d’accordo al 100% con le loro posizioni“. Poi il presidente Usa ha aggiunto: “Anche gli Stati Uniti adotteranno una linea molto intransigente verso l’immigrazione illegale”. Inoltre, secondo Trump, il presidente del Consiglio Conte “sta lavorando molto duramente sull’economia dell’Italia, avrà successo!”.
Ieri le parole di Putin, oggi quelle di Donald Trump. L’Italia gode della fiducia di grandi Paesi, andiamo avanti così“, ha scritto su Instagram Conte.
Il presidente russo infatti, al termine dell’incontro al Cremlino con il premier italiano ha dichiarato che “non c’è nessuna restrizione di carattere politico” sul possibile acquisto di titoli di Stato italiani. “Sappiamo che l’economia italiana ha basi buone – ha spiegato Putin – ci fidiamo del governo italiano e siamo sicuri che i problemi con la Commissione europea saranno risolti”.
Insomma, due endorsement che  sul fronte dei mercati e dello spread quanto meno faranno da contraltare alla bocciatura dell’Ue.
Adolfo Spezzaferro

1 commento

Commenta