Il Primato Nazionale mensile in edicola

Salerno, 9 lug – Una maxi inchiesta antidoping ha fatto sì che venissero sequestrate in tutta Europa oltre 3,8 milioni di sostanze dopanti. Gli arresti sono stati 234, ma il numero di indagati raggiunge oltre 1.000 indagati.

Operazione “Viribus”

In tutta Europa sono stati  scoperti 9 laboratori clandestini, di cui uno anche in Italia. L’operazione denominata Viribus è stata condotta del Comando Carabinieri per la tutela della salute, in collaborazione con Europol. Ha avuto inizio nel mese di ottobre 2018 con l’obiettivo di contrastare i traffici illegali di sostanze dopanti e il conseguente uso nelle competizioni sportive. Sono i 17 gruppi criminali dediti al traffico internazionale di sostanze dopanti che con questa operazione sono stati sgominati.

La più grande operazione di sempre

Viribus è la più vasta operazione di sempre nella lotta al doping, alla quale hanno partecipato non solo i Paesi membri dell’Unione europea, ma anche gli  Stati Uniti, la Svizzera, l’Albania, l’Ucraina, la Colombia, il Montenegro, la Moldavia, l’Islanda, la Bosnia, l’Erzegovina, l’Ucraina e il Nord Macedonia. Una nota dei Nas evidenzia come abbiano provveduto ad “individuare e sequestrare, nella provincia di Salerno, un laboratorio clandestino per la produzione di sostanze stupefacenti e dopanti. Infine, le attività antidoping nei confronti di atleti professionisti, effettuate in e out-competition hanno consentito di sottoporre a controllo oltre 600 atleti, dei quali 19 sono risultati positivi”, conclude la nota.

Ilaria Paoletti

1 commento

Commenta