Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 26 dic – “Pochi soldi per scuola e università, ma prima di annunciare le dimissioni, il ministro Fioramonti stanzia un milione per promuovere l’ideologia gender. Il grillismo è una miscela di ipocrisia e incompetenza, speriamo il 2020 porti agli italiani un governo degno di rappresentarli!”. Così la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, con un post su Twitter, attacca il titolare dell’Istruzione che ha annunciato le dimissioni per i pochi fondi per il suo comparto da parte del governo giallofucsia. Soldi che però, come denuncia la Meloni, Fioramonti ha trovato per finanziare quelle che secondo lui sono le priorità dell’Istruzione.

FdI: “Governo è nel caos più assoluto”

”Le dimissioni del ministro dell’Istruzione Fioramonti dimostrano come il governo sia nel caos più assoluto. Quello che più ci preoccupa però è che il nostro sistema educativo, che versa già in una situazione molto critica, resta ora completamente senza una guida e senza direttive“. A lanciare l’allarme sono Paola Frassinetti, vicepresidente della commissione Cultura della Camera e responsabile Università FdI, e Ella Bucalo, responsabile scuola FdI. “Alla preoccupante carenza di risorse – fanno presente – si aggiungerà la mancanza di qualsiasi progetto per il futuro che sarebbe stato necessario per impedire la continua fuga dei nostri studenti migliori all’estero oltre al recupero della carenza di preparazione dei nostri studenti come dimostrato dalle recenti indagini Ocse Pisa”.

Lega: “Complimenti a Fioramonti per coerenza, ora governo vada a casa”

Complimenti a Fioramonti, l’unico coerente che si dimetterà, mantenendo la parola data. Ci auguriamo che sia il primo passo concreto verso la consapevolezza che il governo giallorosso non può fare niente di buono per il Paese e non è in grado di realizzare nemmeno una delle tante promesse che ha fatto“. Così il capogruppo della Lega al Senato Massimiliano Romeo.

Forza Italia: “Dimissioni atto grave e irresponsabile, Conte riferisca in Parlamento”

“Le dimissioni del ministro Fioramonti costituiscono un atto grave e irresponsabile” e Forza Italia presenta la richiesta di una “audizione urgente” del presidente del Consiglio Giuseppe Conte perché riferisca in Parlamento come intende “far fronte alla grave situazione che si è determinata nella guida di un settore, quello dell’istruzione, così strategico per le nuove generazioni e per il Paese”.  I parlamentari di FI ricordano che le dimissioni di Fioramonti “già minacciate sin dal suo insediamento, arrivano ora in un momento delicato e denso di appuntamenti amministrativi per l’attività del ministero dell’Istruzione“. Infine la stoccata al ministro dimissionario: “Se già questa manovra – sottolineano i parlamentari azzurri – verrà ricordata come la legge di Bilancio tutta ‘tasse e manette’, Fioramonti avrebbe voluto ancora più tasse e per di più ‘etiche’“.

Adolfo Spezzaferro

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. L’ etica è importante e non consente a un deviato come il signor Fioramonti di confondere la “la pompa sessuale” (bea/beo-ti loro!) con le priorità molto, ma molto più serie! Questo individuo ha problemi personali non da poco! Se vuole un aiuto, vediamo chi sono i volontari…

  2. Chiaramente ennesimo burattino dei Goldman Sachs e dei padroni sionisti che esigono l’europa piena di ricchioni e di islamici

Commenta