Moncalieri, 2 ago – Non solo un arresto per sfruttamento della prostituzione. Iredia Osauke, il padre di Daisy, l’atleta italiana colpita con un uovo e al centro delle polemiche sull'”allarme razzismo”, fu condannato a 5 anni per due tentati omicidi.  Lo conferma al Primato Nazionale l’ufficio stampa del Comando Provinciale dei Carabinieri di Torino.

Una nuova notizia sui trascorsi dell’uomo dopo quella lanciata sempre dal nostro quotidiano questa mattina dell’arresto nel 2002  per sfruttamento della prostituzione, dove fu coinvolta anche la madre di Daisy, Lovely o Magdalyne Albert che svolgeva il ruolo di “maman” (la donna che gestisce le schiave del sesso all’interno della criminalità nigeriana).

Insomma il passato criminale di Iredia Osauke si delinea in modo più definito e l’immagine che ne esce cozza sempre di più da quella offerta dai media “buonisti”, che ci hanno raccontato un padre amorevole dedito alla mediazione culturale all’interno dei centri di accoglienza. L’uomo in questi giorni spesso si è offerto alla ribalta mediatica, con interviste dove denunciava il razzismo degli italiani.

Davide Romano

Commenti

commenti

11 Commenti

  1. Siamo stati troppo permessivi per colpa del PD che si sono arricchiti , queste persone hanno cambiato nome e cognome scappati dalle galere

  2. non hai da mangiare, hai da sfamare una miriade di familiari nel tuo paese, l’unica cosa che puoi fare nell’immediato e prendere soldi a chi li butta via per qualche minuto di illusione.

    • Complimenti, bella politica!
      Quindi per sopravvivere, il metodo migliore è sfruttare e schiavizzare altri che stanno peggio!

    • Giusto!
      Se non hai da mangiare, niente di meglio che schiavizzare e far prostituire qualcuno che sta peggio di te!!
      Complimenti, bella filosofia di vita.

      SE veramente non hai da mangiare, ti prostituisci tu, non lo fai fare ad altri….

    • e i “due tentati omicidi” allora come li legge? Tentava di alleviare le sofferenze terrene due persone?
      La condanna completa parla di “associazione a delinquere di stampo mafioso, tentata rapina e spaccio di droga, truffa, intimidazioni, tentati omicidi, lesioni, estorsioni ed esercitava la violenza fisica «con armi bianche e da sparo»”. Il vero scandalo é il fatto che sia riuscito a rimanere in Italia.

  3. Lo schifo e che lei oggi ha fasciato un occhio e ieri l altro mentre invece non ha niente e infatti partecipa alle olimpiadi e per soldi e pubblicità ha cercato di incolpare chi invece vuole cambiare l Italia e rimandare a casa loro quelle persone che non meritano alcun rispetto (vedi il padre) che in Italia non dovrebbe neanche esserci . È se non ci fosse non ci sarebbe neanche la figlia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here