Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 6 apr – Un elicottero della Marina Militare è precipitato nel Mediterraneo. Dell’equipaggio, composto da cinque persone, il pilota è morto e gli altri quattro componenti sono stati tratti in salvo. La vittima, Andrea Fazio, è deceduta a bordo della Nave Borsini che ha prestato i primi e tempestivi soccorsi, durante le operazioni di rianimazione.
Il maresciallo Fazio era un effettivo presso il secondo Gruppo elicotteri di stanza a Catania ed era uno specialista del volo. A prestare assistenza a Nave Borsini sono arrivate sul posto dell’ammaraggio anche altre unità della Marina militare.
L’incidente è avvenuto durante un’esercitazione notturna programmata, nel Mediterraneo Centrale, per cause ancora in corso di accertamento. L’elicottero era un Sh 212 di Nave Borsini, del dispositivo Mare Sicuro, l’operazione organizzata a partire dal 2015 per il contrasto dell’immigrazione illegale e del traffico di esseri umani nel Mediterraneo in seguito alla crisi libica. L’elicottero è precipitato nel Mediterraneo Centrale.
Il ministro della Difesa Roberta Pinotti ha subito espresso le sue condoglianze ai famigliari della vittima così come a tutta la Marina Militare, che ha perso un valoroso soldato. La Marina in un comunicato spiega che la famiglia del maresciallo Fazio è assistita da “personale specializzato per il supporto psicologico e spirituale”.
Anna Pedri



Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta