Il Primato Nazionale mensile in edicola

Firenze, 20 giu – La Corte di appello di Firenze ha condannato a sette anni Mauro Moretti al processo per la strage di Viareggio. La procura generale aveva chiesto 15 anni e 6 mesi: anche in primo grado Moretti venne condannato a 7 anni in qualità di ex amministratore delegato di Rfi-Rete ferroviaria italiana. Moretti, che non era in aula, era imputato di disastro, omicidio plurimo colposo, lesioni colpose, incendio. L’11 febbraio Moretti disse in udienza di rinunciare alla prescrizione. La pg successivamente ha reso noto che c’è prescrizione da maggio 2018 per incendio e lesioni colpose.



Condannati anche Elia e Soprano

Sono stati condannati anche i vertici Rfi Michele Mario Elia (ex ad) e Vincenzo Soprano (ex ad Trenitalia) a sei anni: sono accusati a vario titolo, di omicidio plurimo colposo e disastro ferroviario. Il tribunale di Lucca li aveva tutti condannati il 31 gennaio 2017. I familiari delle 32 vittime sono rimasti in attesa nell’aula del palazzo di Giustizia, indossando una maglietta bianca. La sentenza è stata emessa pochi giorni prima del decimo anniversario della tragedia.

Black Brain

Nel disastro del 29 gugno 2009 morirono 32 persone

La notte del 29 giugno 2009, a causa del deragliamento di un treno merci e alla fuoriuscita di gas da una cisterna contenente Gpl che si perforò nell’urto, si scatenò quasi immediatamente un incendio di vastissime proporzioni, che fece scoppiare la cisterna stessa, con effetti devastanti per la stazione di Viareggio e i fabbricati circostanti. Nella tragedia persero la vita 32 persone.

Ludovica Colli

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta