La Betaistina è un medicinale utilizzato in particolare per lenire i sintomi della sindrome Ménière e altri problemi relativi all’equilibro, come le vertigini.

La sindrome di Ménière è una condizione dell’orecchio interno. In genere causa attacchi di vertigini e giramenti di testa, perdita dell’udito e acufene. L’intensità degli attacchi e la loro frequenza sono irregolari e sono provocati da un accumulo di fluido nell’orecchio interno. Il trattamento con la Betaistina può aiutare a controllare e prevenire i sintomi.

Come?

Il farmaco in compresse agisce aumentando il flusso sanguigno intorno all’orecchio interno. Ciò riduce la quantità di liquido e impedisce ai sintomi di svilupparsi.

Come assumere la Betaistina

Prima di cominciare il trattamento, leggere il foglietto illustrativo all’interno della confezione. Vi darà maggiori informazioni sul medicinale in sé e una lista completa degli effetti collaterali che si potrebbero riscontrare.

È naturale il consiglio di prendere il medicinale esattamente come riferito dal proprio medico di base. La Betaistina ( https://www.inran.it/betaistina/12896/ ) si assume con una compressa da 16 mg per tre volte al giorno. Una volta che i sintomi sono sotto controllo, il medico potrà ridurre il dosaggio a una compressa da 8 mg, sempre per tre volte al giorno insieme ai pasti, non dimenticate quindi di fare anche una merenda abbondante. La posologia viene comunque indicata sull’etichetta della confezione in quanto questo è il modo generico per prendere il farmaco.

Inghiottire la compressa con un bicchiere d’acqua sempre alla stessa ora. Se vi dimenticate un dosaggio non prendete due compresse alla volta per compensare, semplicemente ricordatevi di prendere la compressa successiva quando dovete.

Ottenere il massimo dal trattamento con la Betaistina

Con la sindrome di Ménière è obbligatorio smettere di guidare. Questo perché si potrebbero scatenare improvvisi attacchi di vertigini. Ovviamente, sarà possibile rimettersi alla guida una volta che i sintomi sono tenuti ben sotto controllo. La Betaistina non influenza la capacità di guidare.

Il farmaco non fermerà tutti gli attacchi ma ne può ridurre il numero e l’intensità. Il medico consiglierà una prova di 6 mesi/1 anno. Se funziona, la cura può essere continuata.

Alcune persone affette dalla sindrome di Ménière sostengono che i loro sintomi migliorano con un’alimentazione a basso contenuto di sale, un’attività fisica regolare, l’abolizione di alcol e caffeina. Anche smettere di fumare fa tanto, dicono. Le prove scientifiche ci sono ma sono molto poche per dimostrare che lo stile di vita possa influire. A ogni modo, sono tutti consigli positivi che vale la pena provare.

Inoltre, nel caso si renda necessario assumere un altro medicinale, fatevi consigliare dal farmacista di fiducia se possa essere assunto insieme alla Betaistina in quanto quest’ultima potrebbe non risultare efficace se presa insieme a un farmaco contenente un antistaminico.

Avvertenze

Alcuni medicinali non sono adatti a persone affette da determinate condizioni. La Betaistina non fa eccezione. Va evitata se:

  • in stato di gravidanza e allattamento al seno

  • in caso di ulcera allo stomaco

  • asma

  • in caso di assunzione di altri medicinali, anche quelli acquistabili senza prescrizione medica e a base di erbe

  • in caso di reazione allergica.

Betaistina effetti collaterali: può causare problemi?

Oltre ai molteplici benefici, la maggior parte dei medicinali può portare effetti collaterali più o meno gravi, anche se sono molto poche le persone che li sperimentano. I problemi associati alla Betaistina sono più che altro una reazione di tipo allergico con eruzioni cutanee e sensazione di stanchezza generale. La lista completa degli effetti indesiderati si trova all’interno del bugiardino contenuto nella confezione insieme alle compresse.

Tali controindicazioni migliorano spesso nel momento in cui il corpo si adatta al nuovo medicinale. Rimane assodato che, nel caso di problemi e sintomi strani, è fondamentale comunicare il tutto al medico o al più vicino farmacista.

Approfondimenti e credit

Betaistina – Wikipedia

https://it.wikipedia.org/wiki/Betaistina

Betaistina, un farmaco per aiutare i pazienti con disturbi di equilibrio | INRAN

Betaistina: a cosa serve, avvertenze e posologia

https://www.guidausofarmaci.it/betaistina/267

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here