Il Primato Nazionale mensile in edicola

Nel 2019 l’ANCMA, l’Associazione Italiana Ciclo Motociclo e Accessori, diffondeva un report interessante sulle nuove abitudini degli italiani: il mercato delle bici subiva un’impennata. Crescita che non si è ancora fermata, a quasi due anni di distanza. Gli italiani sembrano aver riscoperto un amore per le bici, complice la pandemia e anche i nuovi modelli elettrici, che garantiscono praticità e comodità.

Un anno e mezzo fa sono state vendute circa 195.000 bici elettriche, con un mercato di settore che vale più di 1 miliardo di euro. Le e-bike vengono acquistate non solo a scopo ricreativo ma anche per soddisfare esigenze quotidiane come quelle riguardanti gli spostamenti casa-lavoro. Le biciclette a pedalata assistita, infatti, permettono di fare maggiori Km, coprendo distanze più lunghe di quelle tradizionali, con minore fatica.

Quali sono i vantaggi delle bici elettriche?

Scegliere di acquistare e utilizzare una bici elettrica, invece che qualsiasi altro mezzo di trasporto, comporta numerosi vantaggi, per l’acquirente stesso ma anche per l’ambiente. Innanzitutto, sono ecologiche, non inquinano e permettono di spostarsi velocemente in città senza troppa fatica. La bici elettrica, avendo la pedalata assistita, è adatta a tutti.

Non serve né patente né assicurazione per guidarla e in sella ad una bici è possibile evitare tutto il traffico cittadino delle ore di punta e raggiungere più velocemente casa o il luogo di lavoro. Non si hanno spese di benzina o parcheggio e rispetto ad una moto o ad una macchina hanno costi contenuti sia di manutenzione che di acquisto. Con le e-bike si può entrare anche nelle zone a traffico limitato, non accessibili alle auto.

Benefici

I benefici derivanti dall’utilizzo di una bici elettrica sono:

  • Velocità di spostamento: è possibile andare più veloci con meno sforzo, grazie alla pedalata assistita.
  • Facilità di utilizzo e versatilità: funziona esattamente come una bicicletta tradizionale e si può scegliere se usarla in versione classica o elettrica.
  • Diminuzione dei costi: il risparmio pare si aggiri intorno al 1500%, si azzerano completamente i costi di assicurazione, bollo, pulizia, manutenzione.
  • Protezione: le nuove tecnologie utilizzate nella creazione delle e-bike proteggono il ciclista da possibili corti circuiti. Inoltre, si annulla il rischio di esplosione poiché non viene utilizzata la benzina.
  • Adatta a tutti: una bici elettrica è per tutti, sia per i più sportivi che i più pigri.
  • Non fa alcun rumore: rispetto a moto e auto è assolutamente silenziosa.

Le bici elettriche danno ampia possibilità di scelta

Ciò che rende la bicicletta elettrica un mezzo amato dagli italiani è l’ampia possibilità di scelta che fornisce. Esistono, infatti, diversi modelli e tipologie. C’è la classica bicicletta elettrica urbana, anche detta city bike, a pedalata assistita perfetta per la città. Si tratta del modello più diffuso e acquistato ed è l’alternativa perfetta ai mezzi pubblici.

C’è poi la bicicletta elettrica sportiva, che può essere trekking bike o mountain bike. Questi due modelli sono pensati per gli sportivi che cercano un supporto in più ai loro allenamenti. Hanno un telaio più pesante e complesso e non subiscono danni in caso di sollecitazioni.

Un altro modello molto indicato in città è la bici elettrica pieghevole, comoda da trasportare ovunque, anche sui mezzi pubblici. Questa opzione permette di evitare anche un possibile furto del mezzo, per questo è preferita da molti italiani rispetto agli altri modelli. Dovendosi piegare è molto leggera e pratica. Infine, esiste la fat bike elettrica, ideale da utilizzare su terreni instabili come ghiaia, terra, neve o bagnato. Consigliata agli appassionati.

Se vuoi scegliere il modello di bicicletta elettrica più adatto alle tue esigenze affidati a www.migliorebicielettrica.it

Le bici elettriche fanno anche bene alla salute

E’ stata l’università di Zurigo a diffondere un articolo secondo il quale pedalare con una bicicletta elettrica ha più benefici che pedalare con una bici normale. Lo studio ha preso in esame le abitudini di 10.000 persone adulte risiedenti in 7 città europee. Ne è emerso che chi utilizza la bici elettrica fa più movimento fisico di chi usa la bici classica.

Questo perché potendo affidarsi ad una pedalata assistita le persone sono più invogliate ad utilizzare la bici nel proprio quotidiano, anche solo per andare e tornare dal posto di lavoro. L’e-bike spinge a fare attività fisica anche chi solitamente è più sedentario e non utilizzerebbe mai una tradizionale bicicletta.

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Così, con le gambette già sterili, stanno più al “pascolo” e si sentono più sicuri di tornare a casa.
    Pagano un altra batteria, tanto per cambiare, costosina e di duratura e di smaltimento ancora incerti. Occhio che non faccia la fine di quella di tanti laptop…
    Che non faccia rumore non mi pare da intendersi sempre come una sicurezza!

  2. Quasi tutte quelle che vedo hanno l’acceleratore (che è proibito). Quando tra qualche anno si sarà ben saturato il mercato, arriverò la mannaia fiscale: un bel bollo, una bella targhetta, un’assicurazione, magari un patentino e un caschetto. Bisogna pur far girare gli euri, no?. E buonanotte ai suonatori.

Commenta