Il Primato Nazionale mensile in edicola

È ormai difficile pensare la propria vita senza internet, dentro e fuori casa. Studio, lavoro, conversazioni con amici e momenti di svago, al giorno d’oggi, passano tutti attraverso la rete, specie in questo periodo in cui si sono imposti DAD e smart working a causa della pandemia: non avere una connessione di rete stabile, dunque, può penalizzare qualsiasi attività, ludica o scolastica, lavorativa o di semplice ricerca.



Ovviamente, c’è da considerare l’aspetto economico della questione: internet rappresenta una spesa che, talvolta, può sembrare eccessiva, ma esistono dei parametri da tenere in considerazione per limitare i costi e scegliere dunque la soluzione migliore (per le proprie esigenze e per le proprie tasche).

Come scegliere la connessione internet

Per prima cosa, è bene riconoscere le proprie priorità e il tipo di utilizzo che si desidera fare di internet. Si parla, in questo caso, di reti domestiche, ossia di connessioni che vogliono evitare l’utilizzo del normale traffico di dati delle reti mobili. Dunque, ci si riconosce come degli internauti occasionali, o si tende a stare connessi per molte ore al giorno? Si desidera usare la stessa linea anche per il telefono fisso? Rispondere a queste domande permette di fare sin da subito una prima discriminazione tra le offerte dei vari gestori.

In un caso, infatti, si avrà a che fare con quella tipologia di pacchetti definiti “All inclusive”, ossia internet + attivazione di un numero di telefono fisso; nell’altro caso, invece, si opterà per l’attivazione di una sola rete internet.

Scegliere la migliore connessione a internet: ADSL o Fibra ottica

A quale scopo è destinata, principalmente, la connessione internet? Interrogarsi sulle proprie abitudini di consumo permette di operare la giusta scelta tra connessione ADSL o Fibra ottica.

La connessione ADSL, dalla velocità massima di download pari a 20 Mbit/s, è l’ideale per un uso piuttosto blando di internet: navigazione su browser, controllo dei principali social network e visione di video a bassa risoluzione.

Se invece si intende usare la propria connessione per altri scopi (teleconferenze, ad esempio, visione di video ad alta o altissima risoluzione o, ancora, gaming online), sarà più opportuno puntare su una connessione a fibra ottica. Queste due opzioni devono essere sommate a quelle riguardanti la presenza o meno di una linea fissa per le chiamate (che non sempre viene inclusa nelle offerte dei vari gestori).

Scegliere la migliore connessione a internet: copertura

La copertura è un altro fattore da valutare nella scelta del proprio gestore. Sia esso Linkem, Vodafone (la qualità del cui segnale è sempre elevata), Tim (che vanta la maggiore copertura) o Fastweb (che ha fatto da apripista con la fibra ottica) o altro ancora, va considerato che nessuno di essi copre l’intero territorio nazionale.

Verificare se la propria zona di domicilio è coperta – specie nel caso si sia interessati alla fibra ottica – dalla particolare compagnia che si sta valutando è certamente un primo passo importante per evitare il problema della copertura di rete.

Migliorare la performance della connessione, inoltre, potrebbe non essere soltanto una questione da porre al proprio gestore: a volte, l’abitazione stessa – per struttura o posizione – può fare da ostacolo alla corretta diffusione del segnale o della sua potenza.

Valutare la migliore connessione internet

I dati da tenere presenti per una corretta scelta sono stati esposti. Ricercate le risposte alle domande sui propri bisogni e sul tipo di consumo che si intende fare della rete, sarà facile capire se si desidera puntare su connessioni ad alta velocità di download (parametro importante per valutare la qualità di una connessione ADSL o a Fibra ottica) o di medie prestazioni.

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta