Un tempo in Italia ce n’era solo una emessa da Poste Italiane, la PostePay, che ha iniziato a introdurci nel mondo delle prepagate, anche se ancora non sapevamo nemmeno che si chiamassero così- L’importante per noi era soprattutto metterci al sicuro dei rischi che una carta di credito ha? Quali? Beh, la paura più ricorrente è chiaramente legata al fatto che la nostra carta sia stata clonata. Un evento successo probabilmente a molti dei lettori e persino a chi vi scrive che non è del tutto estraneo al mondo di Internet, della sicurezza in rete e della tecnologia. Se avete una normale carta di credito con un plafond, una carta di credito può significare in questo caso l’intera perdita del plafond.Stiamo parlando di migliaia di euro che poi non sarà facile recuperare e in ogni caso dovremo prepararci a lunghe procedure di chargeback. Nella prepagata mettiamo solo una somma limitata di denaro, quella che ci serve per fare quei determinati acquisti, e in questo modo minimizziamo o riduciamo di tutto il rischio

Come orientarsi alla scelta

Come dicevamo, negli ultimi anni le cose si sono fatte più complicate proprio perché esistono moltissime carte prepagate sul mercato. La migliore offerta è ovviamente un bene ma da consumatori e navigatori in Rete coscienziosi sarebbe bene non scegliere la prima che troviamo ma quella più conveniente per noi. E’ dunque quasi obbligatorio a questo punto, ed è la cosa più semplice, utilizzare un comparatore di carte prepagate. Tra i più completi, è da segnalare certamente MiglioriCartePrepagate.it, un portale che esamina le migliori offerte di carte e di conti correnti online in Italia, comparandone le varie caratteristiche, pecularità e costi. Inoltre, sono presenti nel sito una serie di recensioni che hanno lo scopo di evidenziare i pro ed i contro di ciascuna offerta, ed analisi approfondite di ciò che possiamo trovare sul mercato.

Esiste una carta prepagata migliore in assoluto?

Beh, certamente sarebbe bello poter dare una risposta positiva a questa domanda, perché basterebbe segnalarla e la questione sarebbe risolta. La realtà, è invece che la scelta è giocoforza soggettiva. Infatti, tutto dipende da come e quanto vogiamo utilizzarla, dalle nostre abitudini di acquisto, dal numero di operazioni, e quali, intendiamo effettuare. Insomma, non esiste la carta migliore, ma esiste quella migliore per noi. Per questo, in un panorama sempre più ricco di offerte ognuna delle quali – così come l’oste col vino – dichiara di essere la più conveniente sul mercato, affidarsi a un comparatore è sempre la scelta migliore.

Commenta