Il Primato Nazionale mensile in edicola

Le cucine all’aperto (chiamate anche outdoor kitchens) cominciano a conoscere un grande successo tra gli acquirenti, complice anche (chi l’avrebbe detto!) il lockdown e le chiusure dovute alla pandemia da Covid 19. Sta di fatto che se una volta questo tipo di ambiente era prerogativa di luoghi come l’Australia, successivamente sdoganato nei Paesi del Nord Europa (in cui mangiano all’aperto perfino nelle giornate più fredde) e in Gran Bretagna, da qualche tempo anche da noi in Italia si comincia a parlare sempre più delle cucine da esterno in acciaio. Come rendere però questo particolare tipo di cucina al top della comodità, evitando di spendere troppo e facendo scelte mirate e che vadano incontro anche alle nuove tendenze del design? Ecco qualche consiglio utile.



Le idee per spendere di meno ma preservare estetica e comfort

Cominciamo dai consigli per chi non ha intenzione di spendere un capitale nella sua cucina da esterno  ma non vuole comunque rinunciare all’estetica e al gusto di un bel design. Bisogna pertanto mirare a mettere d’accordo funzionalità e bellezza. La prima cosa che possiamo dirti è di rinunciare alle soluzioni personalizzate e ai mix (piano da lavoro in un materiale e le basi in un altro, ad esempio), ma optare per una cucina portatile e con rotelle, cosicché da risparmiare sia sullo spazio che economicamente. Da sottolineare poi il fatto che in commercio esistono anche dei barbecue a carbone portatili o a carrello, così come dei mobiletti con rotelle che possono essere spostati a piacimento. Basta affiancare delle belle panche in legno ed un tavolo richiudibile e la tua cucina all’aperto ed economica è pronta.

Black Brain

Se non hai problemi di budget: non dimenticare il controsoffitto e le coperture

Se invece non hai problemi di budget e sei disposto a spendere cifre anche piuttosto alte per la tua cucina all’aperto, allora avrai ampia scelta tra le combinazioni dei materiali e il loro design. Tuttavia dovrai tener conto di diversi aspetti se desideri che la tua cucina da esterno risulti funzionale ed impeccabile al tempo stesso. Per prima cosa dovrai decidere se ti interessa di più un forno a legna per la pizza o un barbeque, oppure preferisci optare per una griglia. In alternativa, potresti valutare anche le soluzioni combinate. In secondo luogo dovrai stare attento a scegliere una buona zona per posizionare la tua cucina da esterno: in particolare dovrai tener conto del controsoffitto. In questo caso i nemici da temere sono gli agenti atmosferici come pioggia, sole intenso, vento, nebbia salina, e agenti chimici come, ad esempio, il cloro delle piscine. Sarà bene quindi pensare a materiali trattati per affrontare queste sostante e resistere alle loro aggressioni. Per questo motivo sconsigliamo il legno, in quanto, anche se pre-trattato, possiede una resistenza molto inferiore rispetto all’acciaio inox, alla pietra o al cemento. Se sei un appassionato di lastroni in pietra, inoltre, assicurati che siano trattati con sigillante.

Per le coperture valuta anche quelle removibili

Per quanto riguarda le coperture, infine, è sempre bene posizionarle sopra la cucina da esterno, soprattutto per evitare il troppo sole o la pioggia. Una possibilità è quella di scegliere le coperture removibili. Anche in questo caso, fatti consigliare da tecnici esperti in materia su quali soluzioni scegliere.

Un’azienda sempre a disposizione della clientela nella scelta e consulenza e vendita di cucine da esterno è Outdoor Kitchens a Colli di Metauro (PU). Rivenditrice di tantissime tipologie di cucine outdoor, è specializzata nelle soluzioni modulari. Qui i tecnici a disposizione sapranno rispondere a tutte le tue domande e perplessità sull’installazione di una cucina all’aperto in qualsiasi ambiente.

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta