Il Primato Nazionale mensile in edicola

Per dormire bene non si può fare a meno di una buona rete e di un buon materasso, ma per il riposo salutare e per il sonno ristoratore serve pure la scelta ottimale del cuscino. Cuscino ergonomico è al riguardo la risposta in quanto si tratta di un complemento d’arredo che, si legge sul sito www.emma-materasso.it, è in grado di prevenire in maniera efficace i dolori cervicali.

L’importanza del cuscino per dormire bene e perché scegliere quello ergonomico

Nel dettaglio, un buon cuscino deve riempire, insieme al materasso, tutte le curve fisiologiche della propria colonna vertebrale. Con il cuscino che, in particolare, si occupa di riempire, tra la testa, il collo e le spalle, il tratto cervicale della colonna vertebrale. Nel compiere questa importante funzione il cuscino ergonomico rispetto a quello tradizionale agevola durante il sonno la corretta posizione della testa. 

Con la conseguenza che è facile prevenire la mattina alzati quei fastidiosi dolori ai muscoli delle spalle e del collo che spaziano dall’indolenzimento alla sgradevole sensazione di rigidità. E questo vale ancor di più per chi è solito dormire con la testa che è girata da un lato, ed anche per chi, invece, è solito dormire nel letto a pancia in giù.

Quali sono i materiali per la realizzazione di cuscini ergonomici, dall’imbottitura all’anima

Per la realizzazione di cuscini ergonomici, per quel che riguarda l’uso dei materiali, bisogna distinguere tra l’imbottitura interna ed il rivestimento esterno che è noto come anima del cuscino. In particolare, per la realizzazione dell’imbottitura di un cuscino ergonomico i materiali utilizzabili sono tanti e spaziano, nel dettaglio, dalla lana alle piume, e passando per il piumino d’oca, per le molle, per le fibre sintetiche ed anche per la schiuma di lattice, per le schiume viscoelastiche e per le schiume poliuretaniche.

In genere un buon cuscino ergonomico viene realizzato combinando tra di loro due o più dei materiali sopra indicati, e lo stesso dicasi per l’anima del cuscino che è in genere realizzata con un mix di tecnofibre e di fibre naturali. Se infatti l’imbottitura del cuscino ergonomico è fondamentale per la prevenzione dei dolori cervicali, l’anima deve invece assicurare sempre il massimo livello di traspirazione, e quindi di dissipazione continua del calore e dell’umidità. Solo in questo modo, infatti, il sonno sarà davvero salutare e ristoratore mantenendo sempre quella piacevole sensazione di igiene e di freschezza per tutta la notte.

Analizzando i materiali con cui si può realizzare un buon cuscino, in genere questi hanno sempre dei pro e dei contro. Per esempio, i cuscini che sono realizzati con i prodotti naturali come il piumino d’oca, le piume e la lana garantiscono il massimo della morbidezza e della voluminosità, ma possono attirare gli acari. L’uso delle molle nei cuscini, invece, garantisce una portanza che è elevata, ma nel tempo possono registrarsi delle deformazioni tali da dover poi cambiare il cuscino molto spesso.

Con la schiuma di lattice, che può essere mista, ovverosia naturale e sintetica, si inizia invece ad entrare nel campo della produzione di cuscini di ultima generazione. Con l’uso delle schiume poliuretaniche e viscoelastiche si arriva poi al top in quanto il cuscino ergonomico è in questo caso anche ortopedico con delle spiccate proprietà di resistenza, di adattabilità e di traspirazione.

Cuscino ergonomico in memory, ecco il top di gamma per chi vuole sempre dormire bene

Nel dettaglio, il cuscino ergonomico che è senza rivali sul mercato, ovverosia quello top di gamma, è il cosiddetto cuscino in memory che si adatta alla forma della testa, del collo e delle spalle massimizzando così sempre il comfort a garanzia della prevenzione dei dolori cervicali. In particolare, i migliori cuscini ergonomici in memory sul mercato hanno ben tre strati di schiuma, mentre il rivestimento, che è sfoderabile ed anche lavabile, è in poliestere con una piccola percentuale di elastam che rende il cuscino sempre fresco, traspirante e con un elevato tasso di elasticità.

In più, i migliori cuscini in memory, essendo in tutto e per tutto dei dispositivi medici, godono delle detrazioni fiscali che in Italia sono previste attualmente dalla legge e dalla normativa vigente. Così come il cuscino in memory è ideale per qualsiasi posizione del sonno in quanto questo è regolabile. E quindi perfetto per chi dorme sul fianco, sulla schiena oppure a pancia in giù.

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta