Il Primato Nazionale mensile in edicola

La domotica ha rivoluzionato in profondità il nostro modo di vivere la casa. La tecnologia ci assiste in un numero sempre più elevato di attività, permettendoci di risparmiare tempo da impiegare per altre mansioni.



Quelli che in passato erano compiti da svolgere manualmente, oggi sono operazioni che possono essere svolte da dispositivi elettronici, comandati direttamente dal display del nostro smartphone – o del tablet.

Si pensi, ad esempio, ai vantaggi derivanti dalla possibilità di lasciare che un input su un dispositivo elettronico permetta di aprire o chiudere le tapparelle di una o più finestre della propria abitazione, il tutto da un semplice “tocco” sullo schermo di uno smartphone.

Si tratta di una banalità, eppure per arrivare a risultati simili, si è dovuto attendere il potenziamento delle reti wireless, e con esso il perfezionamento degli apparecchi connessi.

Rimanendo all’esempio delle tapparelle, quali sono i vantaggi effettivi derivanti da un impianto domotico? A cosa serve un impianto di questo tipo?

L’utilità di un impianto domotico per l’apertura/chiusura delle tapparelle

Un impianto domotico per tapparelle ha una funzionalità chiara ed evidente. Installare un sistema simile, all’interno della propria abitazione, permetterà all’utente di risparmiare tempo nello svolgimento di un’azione che, di fatto, verrà portata a termine in modo automatico.

Anche se a prima vista potrebbero apparire trascurabili, i vantaggi di questi sistemi domotici sono in realtà tanti ed evidenti.

Si pensi, ad esempio, a coloro che hanno problemi di deambulazione, e che pertanto risultano parzialmente impediti nell’esecuzione di uno o più movimenti. In casi di questo tipo, è pressoché certo che i soggetti con problemi siano assistiti da persone apposite, siano essi assistenti, badanti o, più semplicemente, parenti.

Ma cosa accade nel caso in cui l’assistito venga lasciato solo per qualche momento?

In frangenti simili, la persona interessata potrebbe avere la necessità di modificare l’apertura delle tapparelle, facendo entrare più luce o, al contrario, effettuando una modifica che porti alla chiusura delle stesse.

Utilizzando un impianto domotico, e dunque potendo controllare le tapparelle a distanza, il soggetto con difficoltà potrebbe modificare l’ingresso della luce nelle modalità che ritiene più adatte ai propri scopi, facendo uso di uno smartpthone, un tablet o un qualsiasi altro apparecchio collegato all’impianto stesso.

Come funziona un impianto domotico

Abbiamo visto come un impianto domotico permetta agli utenti di contare sulla praticità dei comandi a distanza, utili per ridurre tempi e sforzi relativi all’esecuzione di una o più azioni.

Torna utile, per un maggiore approfondimento, cercare di comprendere il funzionamento di un impianto simile, in modo tale da avere più nozioni nel caso in cui si desiderasse procedere con un eventuale acquisto dello stesso.

Un impianto domotico permette di muovere le tapparelle impiegando un semplice telecomando per l’apertura e la chiusura. E non solo: la domotica permette anche di farlo mediante voce o app mobile, scegliendo anche tra le possibilità garantite dalla programmazione oraria.

Quanto descritto è reso possibile dall’utilizzo di dispositivi appositi, una sorta di “centrale operativa” in grado di connettere gli apparecchi mobile ai singoli impianti domotici presenti in un’abitazione.

Questi sono chiamati Smart Home Wi-Fi, e possono essere utilizzati in tutta praticità facendo uso della rete wireless domestica; nel caso specifico, i dispositivi Sonoff per rendere smart le tapparelle sono tra i più utlizzati.

Come e cosa installare nell’impianto domotico per tapparelle

I dispositivi Smart Home Wi-Fi vanno configurati e associati a uno o più device mobili. Affinché sia possibile creare una connessione wireless, l’utente è tenuto a effettuare il download di un’applicazione apposita, generalmente indicata nelle istruzioni dell’apparecchio acquistato.

Completato il download, dall’app andranno configurate le “stanze” da interconnettere agli impianti domotici presenti nell’abitazione.

Ti starai certamente chiedendo come possano delle tapparelle aprirsi e richiudersi in totale autonomia. Ciò è reso possibile dalla presenza di piccoli elementi motorizzati da installare, dotati di sistema ricevente e in grado di captare il segnale inviato dallo smartphone o dal tablet.

Installati gli elementi motorizzati nella struttura dell’impianto, e completata la configurazione dello stesso sui dispositivi mobile, le tapparelle sono pronte per essere aperte o chiuse a distanza, in modo tale da poter contare su tutta la praticità di un impianto simile.

Il discorso relativo all’installazione di elementi domotici è valido per qualsiasi altro impianto della casa. La domotica è utile per modificare a distanza le impostazioni di frigorifero, lavatrice, asciugatrice, condizionatore e svariati altri elettrodomestici presenti nella propria abitazione, migliorando notevolmente la fruibilità dell’appartamento.

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta