Il Primato Nazionale mensile in edicola

Quando smartphone e tablet iniziano a mostrare segni di rallentamento ed impiegano molto tempo per fare anche le operazioni più semplici, molto probabilmente è arrivato il momento di liberare la memoria del tuo dispositivo Android perché quasi al limite.



Questa operazione ti permetterà di recuperare la velocità e di migliorare notevolmente le prestazioni del dispositivo.

Basta adottare alcuni semplici accorgimenti che ti permetteranno di fare “pulizia” sul tuo smartphone da tutti quei file o dati superflui che intaccano il dispositivo.

Tutto ciò di cui hai bisogno è un po’ di tempo libero e una buona guida che ti spieghi come fare.

Nel caso in cui avessi la memoria completamente piena, ti rimandiamo invece a questa guida su cosa fare in caso di spazio insufficiente sul dispositivo.

Vediamo insieme i migliori metodi per liberare spazio sul tuo Android.

Il primo passo da compiere è sicuramente individuare tutto ciò che è superfluo: video, foto, downloads, applicazioni, documenti di testo, cache ecc per eliminarlo.

Liberare la memoria del tuo dispositivo dai file che occupano molto spazio è il modo più semplice ed efficace per ripristinare le funzioni del device.

Questo però non garantisce un ottimo risultato a priori: bisogna partire comunque da una buona base. Se il tuo device Android ha già una memoria poco spaziosa e, soprattutto, non include la possibilità di inserire schede microSD, non puoi esigere di riempire il dispositivo con centinaia di giochi o applicazioni.

Ma mettendo in pratica i giusti consigli riuscirai sicuramente a migliorare parecchio la situazione.

Cancellare la cache

I file di cache sono dati temporanei che ogni applicazione immagazzina per funzionare in maniera più rapida e reattiva. Col passare del tempo però, questi file si accumulano ostruendo la memoria del disco fino a riempirla.

Essendo dati non utili, puoi tranquillamente cancellarli senza compromettere le funzionalità delle applicazioni.

Il percorso da seguire è facile e veloce, ed è lo stesso per ogni applicazione.

Ci sono due metodi per eliminare queste informazioni: il primo è quello manuale, ti basterà accedere nella sezione delle impostazioni Android e cancellare la cache di ogni app selezionando la voce “cancella cache”.

Il secondo metodo è per chi ha poco tempo o pazienza: puoi installare applicazioni il cui compito è proprio quello di liberare automaticamente il telefono dai dati superflui.

In questo caso però è fondamentale fare attenzione, perché non tutte le applicazioni progettate a questo scopo sono realmente affidabili. Prima di scaricarne una leggi bene le recensioni degli utenti che l’hanno già provata, in modo da assicurarti che essa faccia ciò che promette.

Disinstalla le applicazioni superflue

Sembra un consiglio banale, ma si tratta di uno dei modi più efficaci per svuotare la memoria sul tuo dispositivo Android. Cancellare le applicazioni inutili, specialmente quelle che occupano molto spazio su disco, è l’operazione che ti permetterà certamente di ricavare più spazio.

Per sapere quali app occupano maggior spazio sul tuo smartphone basta andare nel menu delle impostazioni e pigiare sulla voce Archiviazione. Successivamente seleziona Memoria Interna, poi App: a questo punto potrai visualizzare la lista completa di tutte le applicazioni installate sul dispositivo.

A questo punto dovrai ordinarle per ordine di peso, in modo da vedere ai primi posti quelle che occupano maggior spazio sulla memoria.

In questo modo potrai regolarti e decidere più facilmente quali sono le app che più utilizzi e che vale la pena tenere, quelle di cui non puoi fare a meno e quelle che invece puoi tranquillamente eliminare.

Sposta le applicazioni e i dati su scheda SD

Se hai un dispositivo dotato di memoria espandibile, quindi con uno slot per inserire una scheda SD, sarà ancora più semplice per te liberare spazio sul tuo telefono.

In che modo? Ti basterà trasferire alcuni file tra foto, video, documenti o qualche applicazione sulla memoria esterna, in modo da alleggerire il più possibile la memoria principale, quella interna.

Una volta inserita la scheda SD, accendi il telefono e seleziona la notifica per configurarla.

Le schede SD, inoltre, possono essere collegate direttamente ad un PC per permetterti di gestire i tuoi file con più facilità o liberare ulteriormente il dispositivo spostando tutto su computer.

Archivia i file nel cloud

Un altro modo molto efficace per liberare la memoria del dispositivo Android è salvare i dati e file in uno spazio cloud, come Dropbox o Google Drive. La maggior parte di questi servizi offre un’archiviazione gratuita fino ad un totale di GB; una volta superati, solitamente si passa alla versione Premium a pagamento (ad un costo decisamente basso e conveniente).

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta