Il Primato Nazionale mensile in edicola

Quando circa 20 anni fa la fatturazione elettronica faceva il suo ingresso sulla scena, non tutti gli italiani avevano ben chiaro in mente il cambiamento epocale a cui si stava andando incontro. Presentata come una soluzione capace di “semplificare, modernizzare e armonizzare le modalità di fatturazione”, nel corso del tempo si è affermata in maniera sempre più decisa, diventando parte della quotidianità di imprese, privati e Pubblica Amministrazione.



Un momento decisivo in questa direzione è databile al primo gennaio 2019, quando è scattato l’obbligo di e-fatture per tutti, con la relativa conservazione in digitale per i successivi 10 anni e il rischio, in caso di inottemperanza, di incorrere in pesanti sanzioni.

La sua diffusione, insomma, ha sollecitato i più a trovare un modo per facilitare l’iter per la compilazione e l’invio, con il mercato che in poco tempo si è messo in moto per fornire agli interessati i migliori strumenti per la fatturazione elettronica.

Ma quando si parla davvero di soluzione migliore? Seppur sia complicato fare un discorso generale, in quanto le esigenze da soddisfare variano a seconda del soggetto e delle mansioni, esistono alcune caratteristiche necessarie da valutare quando si decide di acquistare il software per la fatturazione elettronica.

Le qualità dei migliori software per la fatturazione elettronica

Prima di entrare nel merito della questione, è bene ricordare che per predisporre un’e-fattura e inoltrarla al Sistema di Interscambio si può decidere di optare per i servizi gratuiti messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Tuttavia, le procedure in questo modo potrebbero risultare difficoltose per chi ha poca dimestichezza con la materia e lente per chi, invece, quotidianamente deve gestire un gran numero di fatture. Il consiglio è affidarsi ai software per la fatturazione elettronica che, oltre a far risparmiare tempo prezioso, consentono di semplificare l’operatività in tutte le sue fasi.

Fatta questa osservazione, ecco le qualità dei software di qualità:

  1. Completezza: emettere, ricevere, scaricare e conservare in totale sicurezza le fatture elettroniche richiede gestionali completi di ogni funzionalità. Quando si valuta un software, dunque, è necessario valutare i servizi offerti, con alcuni fornitori che includono tra le altre cose anche la firma digitale.
  2. Flessibilità: in questo tempo che scorre veloce su Internet e in cui ci si può connettere praticamente ovunque, un buon gestionale dovrebbe consentire all’utente di lavorare comodamente con qualsiasi dispositivo.
  3. In Cloud: per essere fruibili sempre, i migliori software utilizzano il Cloud, grazie al quale basta un click per accedere a tutti i tipi di documenti.
  4. Semplicità: chi vorrebbe utilizzare un software per la fatturazione elettronica che richiede giorni per essere compreso? I migliori gestionali sono semplici da utilizzare fin dalla prima volta, con un’interfaccia intuitiva e nessuna installazione necessaria.
  5. Economicità: anche il portafogli vuole la sua parte! Inevitabilmente, quando si valuta una soluzione per l’e-fattura, si tiene in considerazione del prezzo. E se sfogliare il catalogo con i diversi prezzi e le varie funzionalità può non bastare, ecco una notizia ancora sorprendente: InfoCert, tra i migliori fornitori presenti in Italia, dà la possibilità di provare il servizio di fatturazione elettronica gratis per sei mesi!


La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta