Spesso sottovalutato, il footer si un sito web può diventare uno strumento fondamentale per convertire. Scopriamo come.

La maggior parte delle aziende non presta molta attenzione al footer del proprio sito web.

Questo rappresenta un grande sbaglio dato che si sta perdendo sicuramente una grande occasione per migliorare la navigabilità e l’efficacia del proprio sito web.

Gli utenti utilizzano davvero molto il footer ad esempio per ottenere rapidamente le informazioni di contatto ci cui hanno bisogno senza, ad esempio, cliccare sulla pagina contatti.

Solitamente se l’utente tipo non trova le informazioni che stava cercando nell’intestazione del tuo sito, scrolla velocemente fino in fondo sicuro di trovarle proprio nel footer.

Il team di Shadowplaystudio Realizzazione siti web Milano ci ha fornito ottimi spunti per migliorare questo aspetto. Vediamo quali.

Come dicevamo, il giusto design del footer di un sito web può aumentare le conversioni (vendere prodotti o contatti per elargire servizi) del 25%.

Perché impostare il footer in maniera corretta è così importante?


Guida le conversioni e si può sfruttare per un invito all’azione secondario.

Stimola e coinvolge l’utente. Si può usare per puntare ai tuoi canali social media, costruire il tuo brand ed evidenziare altre informazioni chiave.

Guida lo scopo. Il design del piè di pagina del tuo sito Web non dovrebbe essere solo un raccoglitore di dati. Dovrebbe fornire rapidamente le informazioni chiave che i tuoi visitatori ricorrenti o casuali stanno cercando.

Che cosa è meglio inserire in un footer? 

Ci sono innumerevoli elementi che puoi inserire nel design del Footer del tuo sito web.
Non tutti però sono efficaci. Alcuni potrebbero persino danneggiarti distogliendo l’attenzione dagli obiettivi principali.

Vediamo qualche consiglio pratico:

1.Non inserire mai le stesse informazioni inserite nell’intestazione (header). Come ad esempio le voci del menu.

  1. Inserisci più informazioni che puoi senza esagerare per non creare confusione.
  2. Metti in evidenza le informazioni che per te sono importanti come quelle di contatto ad esempio.
  3. Sfruttalo per rafforzare la tua Seo.
  4. Aggiungi una CTA (invito all’azione) secondario (ad esempio iscrizione alla newsletter).
    6. Utilizzalo per rafforzare il tuo Brand.
  5. Inserisci le informazioni legali obbligatorie come la Partita Iva o la ragione sociale. Ricordati che non averle può portare a multe salate.
  6. Inserisci i link ai tuoi canali social.

Vediamo velocemente ne dettaglio questi 9 punti:

1. Non inserire mai le stesse informazioni inserite nell’intestazione (header).

Le aziende tendono a volte per comodità a volte per creare simmetria ad inserire sia nell’intestazione che nel Footer le stesse informazioni.
Questa è una cosa da non fare mai. Sono due strumenti differenti.

È incredibile come anche molti siti web moderni ed importanti facciano questo errore.

Il footer va trattato come se fosse una carta intestata. Infatti nella nostra carta intestata le informazioni in alto non saranno mai identiche a quelle in basso.

2. Inserisci più informazioni che puoi senza esagerare per non creare confusione.

Nel Footer c’è molto più spazio che nell’intestazione e sicuramente più di quanto avresti in una barra laterale o in altri classici elementi grafici di un sito web.

Quindi verrebbe spontaneo inserire più cose possibili, ma bisogna sempre ricordarsi di non esagerare.

Come ogni altra parte del tuo sito Web, il tuo footer deve comunque seguire le migliori pratiche generali quando si tratta di spazi bianchi. Non inserire  le informazioni in spazi ristretti, dagli invece spazio per respirare e per essere viste. Tutto deve essere li per un motivo ed occupare uno spazio proprio.

Bisogna trovare l’equilibrio.

3. Metti in evidenza le informazioni che per te sono importanti.

Includi informazioni chiave e generali sulla tua azienda che il tuo pubblico deve conoscere, ma che non rientrano nella tua intestazione.

Cosa inserire: l’indirizzo fisico della tua azienda e le informazioni di contatto sono le principali tra queste. Così come i link alle tue pagine sui social media.

Puoi anche andare oltre. Se disponi di pagine importanti ma  che sono di un livello o due inferiori rispetto alla navigazione principale, collegale qui.

Pensa a come Apple ad esempio linka alla pagina dedicata agli investitori o alla ricerca di una posizione lavorativa soltanto nel suo Footer e non nell’intestazione che invece è dedicata esclusivamente ai sui prodotti.

Infine non dimentichiamoci degli utenti
Inserisci nel footer Link alla pagina delle Faq o ad esempio al servizio assistenza se vendi prodotti o servizi.

4. Sfruttalo per rafforzare la tua Seo.

È risaputo che Google da la priorità all’intestazione e al contenuto del testo, ma il footer rimane comunque un’ottima risorsa per fortificare le tue Keywords.

Ad esempio potresti approfittarne per creare collegamenti dalle tue pagine principali alle pagine secondarie, rafforzando la tua sitemap aumentano così l’autorità SEO.
In questo modo sarà più facile per Google scoprire e capire la tua sitemap.

5. Aggiungi una CTA (invito all’azione) secondario.

La cosa più importante che vuoi che il tuo pubblico faccia sulla tua home page è sicuramente cliccare su un pulsante che crei un contatto con te per acquistare un tuo prodotto o chiedere una consulenza. Questo è l’obiettivo primario per qualsiasi proprietario di un sito web.

La CTA principale va sempre nell’intestazione (Header) del tuo sito web.

Potrebbe essere una grande idea sfruttare il tuo Footer per inserire una seconda CTA come ad esempio: iscriversi alla tua newsletter, richiedere una demo gratuita o utilizzare un tool specifico come una chat o un form particolare.

Dato che il footer è in fondo al tuo sito, l’utente ci è arrivato scrollando dal basso e quindi sa già di cosa ti occupi ed avrà abbastanza informazioni per eseguire azioni secondarie più specifiche che sarebbe prematuro inserire in alto.

6. Utilizzalo per rafforzare il tuo Brand.

Dal punto di vista del Branding e del Design questo è il posto per rafforzare ad esempio inserendo il nostro marchio o il nostro Payoff.

Dobbiamo usare il footer strategicamente per una maggiore costruzione del Brand utilizzando gli elementi grafici della nostra Brand Identity: i colori, font o icone.

7. Inserisci nel footer le informazioni legali obbligatorie.

Questo è anche lo spazio per assicurarti che gli utenti possa vedere gli avvisi chiave legati a obblighi legali come ad esempio il collegamento alla tua politica sulla privacy o ai termini di servizio, il tutto facilmente cliccabile e sempre in vista come indicato nella Gdpr.

Inoltre le aziende avranno l’obbligo di inserire la ragione social, la partita Iva, il numero REA e provincia di iscrizione, l’indirizzo di posta certificata etc.

8. Inserisci i link ai tuoi canali social.

Molti fanno l’errore di inserire le icone relative ai propri canali social nell’intestazione in alto, magari accanto al menu.
È uno sbaglio enorme. In primis perché cosi facendo l’utente incuriosito potrebbe cliccare sulle icone ed abbandonare il sito prima ancora di averlo visto.

Inoltre è sempre meglio dirottare gli utenti sui nostri social, dopo che hanno imparato qualcosa su di noi e su cosa facciamo.

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta