“L’FC Barcelona ha violato le norme in materia di tutela dei minori e di registrazione dei minori che frequentano scuole di calcio (articoli 19 e 19bis della FIFA Regolamento sullo status e sui trasferimenti dei giocatori). Di conseguenza, la decisione della FIFA viene confermata in pieno e la sanzione resta in vigore”. Con queste parole il Tas di Losanna ha respinto il ricorso della società blaugrana. Blaugrana che non hanno affatto gradito la decisione: “la sanzione è sproporzionata, rappresenta un punizione troppo dura” si legge nel comunicato ufficiale che il club ha diramato dal suo sito ufficiale.

La precedente condanna della FIFA, riportata e confermata dal Tas, che prevedeva lo stop di mercato per la sessione estiva 2014 e della invernale del 2015, era stata sospesa in via cautelare della stessa FIFA, tanto che i catalani nella passata estate hanno potuto investire (e anche molto) sul mercato. Ora le vie legali sono finite, bisogna accettare la decisione e la strategia di valorizzazione della cantera diventa una scelta obbligata.

Rolando Mancini

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta