Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 4 giu – Il 14 giugno finirà l’attesa, Russia e Arabia Saudita daranno il via ai Mondiali di calcio 2018. Come purtroppo sappiamo benissimo, l’Italia non ci sarà, perché eliminata negli spareggi da una non certo irresistibile Svezia. E mentre nel nostro Paese si pensa a polemizzare, scaricare le responsabilità e si prova faticosamente a ripartire con Mister Mancini in panchina, altrove si stanno semplicemente preparando per affrontare la competizione calcistica più prestigiosa che esista e a noi non resta che fare da semplici spettatori. La Russia paese ospitante non è certamente tra le favorite: la qualità del calcio locale non è eccelsa e dopo anni in cui la Nazionale è stata tra i fiori all’occhiello del Paese, oggi ci si accontenterebbe semplicemente di fare bella figura. Innanzitutto si dovranno evitare un tonfo che avrebbe del clamoroso all’esordio contro un’Arabia Saudita che è tra le cenerentole della competizione: una vittoria è fondamentale per proseguire la rincorsa all’obiettivo minimo, cioè il superamento della fase a gironi e il raggiungimento quanto meno degli ottavi di finale. Data per scontata la qualificazione dell’Uruguay della temibile coppia di bomber Sanchez-Cavani, nel Gruppo A resta il secondo posto da giocarsi con l’Egitto di Momo Salah. In realtà, però, i Mondiali entreranno nel vivo da venerdì 15 giugno, grazie ad un grande classico, il derby iberico tra Spagna e Portogallo: dopo aver trascinato i suoi sul tetto d’Europa, Cristiano Ronaldo proverà a fare altrettanto per conquistare una storica Coppa del Mondo, che farebbe di lui un idolo incontrastato in Patria (più di quanto non lo sia già).

Fonte: Sportytrader.it
Impresa titanica, anche perché, tanto per cominciare, i rivali spagnoli sono tra i principali candidati alla vittoria finale: la Spagna campione, infatti, è quotata a 6 volte la posta dai principali bookmakers (quella del Portogallo, invece, si attesta su 18!). Meglio delle Furie Rosse soltanto Germania e Brasile, che si dividono il gradino più alto del podio con il loro 4.75, e la Francia dei ragazzini terribili di Deschamps, che insegue a 5.5. Incredibilmente fuori dal novero delle favoritissime l’Argentina, che pur potendo contare su un reparto offensivo di altissimo livello composto da Messi, Higuain, Dybala (solo per citarne alcuni), non convince gli esperti, che quotano 9 un’eventuale vittoria dell’Albiceleste, di poco inferiore – per dare un parametro di riferimento – all’11 riservato al Belgio, eletto di fatto potenziale sorpresa del torneo. Anche l’Inghilterra di Southgate, data addirittura a 16, non riscuote particolare fiducia. In questo periodo sono tantissime le allettanti offerte da parte dei bookmakers e su Sportytrader.it potrete trovare una guida utilissima per districarvi tra quelle più succulente: tra i siti più accreditati ci sono i noti Bet365, Eurobet e William Hill, ma anche Leovegas e molti altri. La lista completa la trovate su Sportytrader, che vi dà anche i suggerimenti per allestire un’ottima strategia per scommettere in modo intelligente: in sintesi, studiare la condizione dei giocatori chiave, analizzare lo storico dei confronti, tenere conto della posta in palio della partita, variare le puntate e – come dicevamo in precedenza – approfittare al massimo dei bonus concessi dai siti di scommesse. Ora non resta che prepararci anche noi per l’evento: frigo pieno, telecomando caldo e occhio alle quote!
 



Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta