Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 11 feb – Zlatan Ibrahimovic ha un solo grande amore: il calcio. Ma anche un solo grande odio: i giornalisti. L’ultimo di una serie di sfoghi contro i cronisti è arrivato al termine dell’ultimo match del Paris Saint-Germain, quando un giornalista ha chiesto all’attaccante: “Allora Zlatan, dopo due mesi sei tornato a segnare in campionato: come ti senti?”. Ma qualcosa non quadra al calciatore: “Dopo due mesi?” ha risposto Ibra, sorpreso. “In campionato, sì” conferma il cronista. “E Saint-Etienne? Amico, se non sai le cose, non fare nemmeno domande” sentenzia Ibra, prima di andarsene infastidito. L’attaccante, infatti, aveva siglato su rigore il gol vittoria contro il Saint-Etienne, il 26 gennaio scorso.

Solo qualche settimana fa, il campione svedese aveva esteso la sua crociata anti-giornalisti a tutto lo spogliatoio del Psg. Qui lo vediamo passare davanti alla zona interviste ignorando i cronisti e invitando anche i compagni a non parlare.

In quest’altro video maltratta un giornalista spagnolo che lo attende all’eroporto. Prima lo liquida con un generico “non parlo, ho già parlato”. Poi impone al malcapitato di parlare in italiano. Quando questi riesce dopo vari tentativi a esprimersi nella lingua di Dante, Ibra lo fulmina con una nuova e più impegnativa richiesta: “Adesso devi parlare in svedese”. Da notare che nel lungo siparietto, il calciatore non cessa di intrattenersi gentilmente con i fan che lo bloccano per continue foto.

In questo caso, Ibra interpreta una domanda di un giornalista come un’allusione a problemi extra-calcistici. Tanto basta per fargli lasciare bruscamente la zona interviste.

E non provate a chiedere a Zlatan del suo rapporto con Cavani. Penserà che vogliate dargli lezioni di calcio. E finirà per darvi lui lezioni di gionalismo.

Ibrahimovic e il giornalista di Sky Massimiliano Nebuloni: un rapporto complicato.

E alla fine anche una leggenda del calcio moderno, come il plurititolato Arrigo Sacchi, nelle vesti di commentatore, deve vedersela con l’Ibra furioso.

Se tanto ci dà tanto e una semplice osservazione tecnica può scatenare certe reazioni, allora non è veramente il caso di chiedere lumi a Zlatan circa la sua presunta omosessualità…

Con Massimiliano Allegri è tutto a posto. E non azzardatevi a dire il contrario.

La cosa ha peraltro avuto un seguito. Dopo aver risposto bruscamente nel video di cui sopra alla giornalista di Sky, Vera Spadini, Zlatan ha poi iniziato a parlare con i giornalisti di Mediaset. Ma la Spadini continuava a fissare Ibra mentre parlava con l’altra televisione. Lui se ne accorsee la liquidò così:

Commenta