rothschild logoVienna, 22 ago – Qualche giorno fa il quotidiano austriaco Heute, l’equivalente della Bild tedesca, informava i suoi lettori sui fondi stanziati nel 2014 dal governo di Vienna in favore di una azienda privata. Scopo dello stanziamento di denaro pubblico è la gestione di alcuni presunti profughi presenti sul suolo nazionale. E non si parla di briciole, ma di ben 21 milioni di euro. Una cifra non certo trascurabile. Questa associazione è più precisamente la svizzera ORS, ossia una azienda a fini di lucro.

Fin qui nulla di strano, dal momento che ormai è generalmente accettato dall’opinione pubblica occidentale che associazioni private ricevano in appalto la gestione degli immigrati. In un “paese normale”, infatti, non è più lo Stato a occuparsi direttamente di queste faccende, ma la cosiddetta “società civile”: Mafia Capitale ci ha mostrato in maniera esemplare i vantaggi che una nazione può trarre da questa specie di delega statale. La cosa però si fa più interessante se si cerca di capire chi ci sia dietro questa ORS. Ebbene, attraverso un complicato sistema a scatole cinesi, è possibile risalire alla Barclays Bank, la quale detiene una cospicua quota di capitale della ORS. Un altrettanto cospicuo azionariato di questa banca è a sua volta in mano dell’istituto bancario NM Rothschild.


Insomma, la potente famiglia dei Rothschild, protagonista assoluta dell’alta finanza a partire dal XVIII secolo, ha forti interessi nella gestione del “business dell’accoglienza”. Banchieri, filantropi, finanziatori di Stati e di eserciti, possessori di influenti giornali come Libération, i Rothschild sono tra le più intraprendenti casate della finanza globale. Di conseguenza, il nesso tra politiche immigrazioniste e potentati economici appare ben saldo e strutturato. Del resto, ormai non c’è più da stupirsi. Anche questo è diventato perfettamente “normale”…

Valerio Benedetti

Commenti

commenti

2 Commenti

  1. Ed è normale che gli imbecilli cronici come i vari podemos e indignados siano complici del potere finanziario globale favorendo l’immigrazione clandestina di finti profughi, il cui unico scopo è sostituire i popoli Bianchi, che non sono idonei alla loro idea di “popolo” da dominare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here