Il Primato Nazionale mensile in edicola

Un sistema indispensabile per la cura di una condizione che per alcune persone è insopportabile: la calvizie. 

Sangue di Enea Ritter

La pigmentazione dei capelli (o come meglio viene definita Tricopigmentazione) è un trattamento non chirurgico appositamente sviluppato per simulare la crescita dei capelli e della barba sul viso, o in alcuni casi per creare una densità ottica più elevata. Se eseguito con le conoscenze e l’esperienza necessarie, il risultato sembrerà naturale in tutto e per tutto.

Black Brain

La Tricopigmentazione offre ottimi risultati a chiunque spera di migliorare sensibilmente il proprio aspetto, in maniera definitiva. Ci sono professionisti che hanno anche le qualifiche e l’accreditamento necessari perché questo sistema possa avere il migliore risultato possibile. La qualità del lavoro di questi professionisti può cambiare del tutto la vita di chi ha bisogno di un trapianto per ricominciare da zero. 

Con l’aiuto di speciali pigmenti per la pigmentazione dei capelli, si può dare un’acconciatura virtuale a uomini calvi o parzialmente calvi che odiano avere la testa e il corpo raso. Questo effetto è naturale al cento percento e nessuno si può rendere conto della differenza con persone che hanno ancora i loro capelli naturali. Ovviamente, il trattamento deve essere effettuato con la formazione e l’esperienza necessarie, utilizzando anche attrezzature e tecniche speciali.

In alcuni casi, la pigmentazione dei capelli può essere utilizzata anche nei capelli diradati in cui il cuoio capelluto è leggermente visibile. Il trattamento può ridurre il contrasto tra il colore della pelle e il colore dei capelli e quindi dare l’illusione di più capelli. Questo è possibile solo con il colore dei capelli castani o neri.

La Tricopigmentazione è la soluzione finale per tutte quelle persone che vogliono con tutto il cuore liberarsi dal problema della calvizie, ma senza incorrere in inutili rischi intervenendo in maniera invasiva e radicale. In ogni caso, l’effetto verrebbe molto più naturale con la tricopigmentazione. 

Quali sarebbero le conseguenze di un tale intervento? Solamente una testa piena di capelli, folti e soprattutto belli, che farebbero invidia a chiunque, persino a un capellone e persino a un rasta. Nessuno noterebbe la differenza e, in compenso, chi si sottopone a questo metodo non correrebbe alcun rischio o controindicazione. 

Come accennavamo prima per avere risultati di un certo livello bisogna affidarsi a professionisti di un certo livello e che hanno la preparazione e gli strumenti adatti per fare un lavoro di qualità e con risultati soddisfacenti per il paziente.

Una persona che cerca su Internet informazioni si troverà a leggere molti articoli sulla tricopigmentazione di Milena Lardi e la cosa non deve stupire perché lei è considerata una delle personalità e professioniste più competenti e influenti, relativamente a questa speciale tecnica, come è attestato dalle sue tante esperienze.

Vediamo ora insieme quali sono gli effetti che si vedranno nella testa di un paziente alla fine del trattamento di tricopigmentazione!

Tricopigmentazione: quali sono gli effetti alla fine del trattamento?

In base al tipo di tecnica utilizzata e in base soprattutto alle esigenze di ogni paziente si otterranno alla fine degli effetti diversi. In alcuni casi si otterrà l’effetto rasato ed è una delle scelte più comuni di tanti pazienti uomini.

Infatti come ben sappiamo molti uomini scelgono di tenere i capelli rasati per una questione di comodità, per risparmiare i soldi per tagliare i capelli dal parrucchiere e soprattutto migliora l’aspetto estetico, in caso di problemi quali la calvizie e il diradamento dei capelli.

Grazie alla tecnica della tricopigmentazione un paziente potrà avere l’effetto rasato e che sarà indistinguibile dal resto dei capelli ed è la soluzione ideale anche per chi soffre di alopecia areata universale e totale.

Altro effetto che si potrà ottenere e che a volte viene richiesto è sicuramente la copertura delle cicatrici! A volte purtroppo si è vittima di incidenti che lasciano come segno indelebile delle cicatrici in testa, o magari rimangono dopo un trapianto di capelli o per un’operazione chirurgica.

In questo caso la tricopigmentazione può essere utile, ma solo nel caso in cui le cicatrici non sono di tipo patologico e sono quasi guarite:sarà l’operatore a stabilire se è cosi oppure no.

Infine abbiamo l’effetto densità: si usa in caso di diradamento di capelli medio e lunghi e contribuisce a infoltire in maniera ottica la cute e spesso viene usata dalle donne.

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta