Il Primato Nazionale mensile in edicola

L’inverno e il ritorno dei malanni

E’ arrivato il generale inverno e come sempre è allarme per le ondate di malattie stagione, con una copertura vaccinale che l’anno scorso si è attestata solo al 15%, con una percentuale del 50% tra gli anziani, quindi insufficiente anche nelle fasce di popolazione tradizionalmente più esposte. Ecco quindi gli italiani andare alla ricerca di rimedi contro l’influenza per contrastare questi spiacevoli malanni che dato il periodo possono spesso mettere a rischio il cenone di Natale, il capodanno o il martedì grasso, insomma quelle festività che nessuno vorrebbe mai perdere, tanto meno per un fastidioso raffreddore.

Di cosa si ammalano gli italiani?

Ma di cosa si ammalano gli italiani d’inverno? Oltre alla già citata influenza, e naturalmente il raffreddore, il mal di gola, la tosse, la sinusite sono le più diffuse, e facilitate dall’abbassamento delle temperature. I soggetti più esposti come è noto sono anziani e bambini, ovvero le categorie per le quali viene normalmente incoraggiato il vaccino, suggerimento che come dicevamo però non viene accolto da tutti. La maggior parte di queste malattie è di origine virale, e in generale sia i virus influenzali (l’influenza vera e propria) che quelli parainfluenzali si modificano molto velocemente, ed è questo il motivo per il quale possiamo ammalarci anche ogni anno.

Una studio rileva una ‘competizione’ tra influenza e raffreddore

E’ stata tuttavia recentemente scoperta da uno studio dell’università di Glasgow una relazione particolare tra influenza e raffreddore: ovvero, quando ci si ammala della prima si avrebbero il 70% di possibilità di ammalarsi di rinovirus. Si tratta di uno studio massivo compiuto su oltre 36mila persone per oltre nove anni, e lo studio sarebbe confermata anche dai dati statistici riguardanti gli andamenti generali di influenza e raffreddore nella popolazione generale. Secondo uno dei ricercatori, vi sarebbe una sorta di ‘competizione’ tra i differenti virus, così come viene in natura tra animali che lottano per le stesse risorse alimentari, come leoni e iene.

Ma è davvero il freddo a farci ammalare?

Abbiamo parlato prima delle malattie particolarmente diffuse con l’abbassamento delle temperature. Questo potrebbe farci pensare, chiaramente, che sia proprio il freddo a farci ammalare, o meglio che sia esso ad ammalare le nostre difese immunitarie. In realtà, anche se molti studi hanno cercato di individuare una relazione di causalità tra il freddo  l’insorgere di queste malattie e dunque di un affievolimento delle difese del sistema immunitario. Ma in realtà, sappiamo al contrario che in generale sono i microrganismi responsabili delle malattie a riprodursi di meno con temperature più basse. Come spiegare dunque la correlazione con l’inverno? La risposta è un po’ un uovo di colombo: col freddo si tende a stare più in posti chiusi, con finestre anch’esse serrate, insieme a molte altre persone in scuole, uffici, mezzi di trasporto creando un mix perfetto per la proliferazione di microorganismi e per la trasmissione degli stessi. Insomma, forse non c’è molto da fare rispetto a questo. Ma certamente e per fortuna, nella gran parte dei casi non è molto difficile curarsi.

1 commento

  1. Generale Inverno?! Da tempo al massimo è un caporale… Passi lunghi e ben distesi, in quantità e non lentamente. La prevenzione inizia così…

Commenta