Il Primato Nazionale mensile in edicola

Brescia, 21 nov –  Mario Balotelli, nel corso dell’allenamento pomeridiano del Brescia, è stato allontanato dall’allenatore Fabio Grosso proprio nel bel mezzo dell’esercitazione di squadra, mezz’ora prima del termine della seduta.

“Mario vai, Mario vai!”

“Mario vai, Mario vai!” avrebbe gridato il mister Grosso al giocatore, che da subito era apparso particolarmente innervosito. Balotelli avrebbe obbedito all’allenatore; abbandonato il terreno di gioco, il giocatore si sarebbe diretto verso lo spogliatoio per poi riuscirne pochi minuti dopo. L’ufficio stampa del Brescia spiega che “Balotelli è stato sostituito da Grosso durante le prove tattiche della partitella e ha raggiunto anzitempo gli spogliatoi”.

E corre di nuovo (troppo)

Una volta in auto se n’è andato via sgommando, con la “stizza” classica del suo temperamento. Eppure Balo dovrebbe andarci piano con le automobili; per la legge svizzera non potrà condurre veicoli a motore dal 31 dicembre 2019 al 30 marzo 2020 inclusi, ancora non è noto se solo su suolo svizzero. E questo a causa di una sanzione comminata all’attaccante del brescia per un’infrazione, non è chiara quale, ma che è alle norme della circolazione e che è stata commessa dal calciatore. La Sezione della circolazione svizzera ha anche emesso una multa di di 100 franchi nei confronti di Balotelli per il tramite dell’Ufficio esazione e condoni (cosa da niente per un calciatore del suo livello) …

D’altronde, per lui cosa sono i soldi “buttati” in multe? Balotelli è pur sempre un uomo che ha la facoltà di poter buttare in mare duemila euro, così, sull’unghia, per pagare lo spettacolino di un napoletano dei ceti popolari che per scommessa si butta a mare in sella a uno scooter. Ma non si è campioni solo sul campo; bisogna esserlo anche nella vita.

Ilaria Paoletti

5 Commenti

  1. È un NEGRACCIO, il BALLOTTELLO… Quindi è privo di cervello….. Solo i SOLDI che c’ ha in mano son TUTELA al DERETANO..!….. Non li avesse.?… accidentaccio! solo “status” da NEGRACCIO!

  2. Ohi ohi che articolone!beh signora Paoletti che dire…Balotelli è stato allontanato dall’allenamento per scelta tecnica da un allenatore che dopo solo 3 partite è stato CACCIATO dal presidente…
    Ricordo il post di Instagram di Balotelli “io li lascio parlare”…evidentemente rivolto a chiacchieroni sciacalli pronti subito a dare addosso a lui IL PERFETTO capro espiatorio di una situazione sportiva a Brescia che aveva preso una brutta piega…ultimi.
    Si vede che anche Grosso nella sua totale incapacità (3 sconfitte 10 gol subiti 0 fatti) aveva pensato di fare la parte del figo e addossare le responsabilità a chi tanto se le prende sempre a destra e a manca per qualsiasi cosa fa…ma purtroppo per tanti suoi haters esce sempre a testa alta…
    E infatti eccoci qua neanche due mesi dopo…con Grosso cacciato per fortuna alla veloce,il ritorno di Corini (lo sai chi è vero???) e Balotelli che è tornato a correre e segnare…
    Poi guarda Ilaria…tu per me della tua vita puoi fare quel cazzo che vuoi quando non fai la giornalista e non ti giudicheró mai al di fuori del tuo mestiere se vuoi essere giudicata come giornalista.
    Potrei farti una lista di criminali e puttanieri che hanno gestito l’Italia ma magari erano bravi a fare il loro mestiere…può darsi…
    Pensa che c’era uno imparentanto addirittura col duce via nipote (so che vi sta a cuore la figura) che scopava le minorenni…ma non troppo tempo fa sai?
    Credo fosse anche impiegato statale oltretutto…tipo…pagato da noi…
    Mettiti il cuore in pace,Balotelli può fare quel cazzo che vuole quando esce dal campo,basta che non faccia danni a terzi…
    ad ogni modo lui a fare il suo lavoro resta un fuoriclasse…magari lo diventerai anche tu una fuoriclasse…però se fai questi articoli di merda la vedo dura e allora vien proprio da pensare che erano proprio belli i tempi di Dio,Patria e Famiglia e quei valori e quelle tradizioni che spesso la destra rimpiange…e non so se a te donna sarebbe andata poi così bene e avessi potuto far quello che ora fai con tanta (quella si) passione…
    Un abbraccio