Il Primato Nazionale mensile in edicola

Fermo, 3 ott – Sono attimi di panico quelli che stanno vivendo i cittadini di Fermo. Un ragazzo di origini africane, in evidente stato di alterazione, sta camminando per le strade della cittadina gesticolando e brandendo una roncola e seminando il panico tra le auto di passaggio. All’inizio è stato avvistato nella zona tra viale Trento, l’area antistante il cimitero e Piazza Dante, poi all’arrivo delle forze dell’ordine chiamate dai cittadini si è dileguato, rispuntando poco dopo in piazza Dante. Il ragazzo ha fatto di nuovo perdere le proprie tracce per poi riapparire in altre zone.

L’africano è stato arrestato nel pomeriggio in un bar di Lido di Fermo. “Si tratta di un irregolare – ha dichiarato il sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro – non inserito in programmi di accoglienza e già raggiunto da provvedimento di espulsione“.

Cristina Gauri

3 Commenti

  1. ovviamente, lascia intendere minimizzando il sindaco, se fosse stato ‘regolare’ e inserito nei ‘programmi di accoglienza’tutto ció non sarebbe avvenuto, come se dei pezzi di carta potessero tramutare i criminali in ‘risorse’. Ovviamente nessuno risponderà per aver consentito a un ‘espulso’ di rimanere in Italia. Tutto bene quel che finisce bene. Stavolta nessun morto né ferito..e, possiamo scommetterci, nessuna espulsione. Al limite una pena simbolica. Del resto se un assassino si fa 10 anni di carcere e un brigatista riceve il reddito di cittadinanza, perché mai uno che semplicemente brandisce una roncola, dovrebbe farsi il gabbio?

  2. Sono razzista se dico che non se ne può proprio più e di questi individui non voglio che ne siano accolti più?

Commenta