Il Primato Nazionale mensile in edicola

Milano, 13 gen – Sono scattate le manette per due cittadini bengalesi di 27 e 23 anni che armati di accetta e un lungo coltello lunedì sera si erano divertiti a vandalizzare quattro auto e un motorino parcheggiati. Per loro l’accusa è di danneggiamento aggravato. Lo riporta MilanoToday.



I bengalesi armati di accetta devastano le auto in sosta 

I fatti si sono svolti lungo viale Corsica, all’altezza di via Negrolì. Sono le undici di sera, un orario in cui gli italiani sono già rincasati da un’ora in ottemperanza alla norma del coprifuoco prevista dal Dpcm. Restrizioni di cui due bengalesi, invece, non si preoccupano minimamente: forse sono ubriachi, forse si annoiano, fatto sta che brandendo accetta e coltellaccio iniziano a prendersela con le auto parcheggiate, staccando specchietti retrovisori e ammaccando le carrozzerie dei veicoli. Prima di essere fermati riescono a infierire su quattro vetture e un ciclomotore.

Black Brain

L’intervento delle forze dell’ordine

Ad allertare le forze dell’ordine, pochi minuti prima della mezzanotte, è stato un tassista che si trovava a passare per caso da viale Corsica. Gli agenti sono intervenuti sul posto in maniera tempestiva, fermando i due bengalesi che tenevano ancora in mano l’accetta e il coltello – con lame di trenta centimetri – usate per devastare i veicoli. Fortunatamente i due non hanno opposto resistenza e si sono lasciati ammanettare. Per i bengalesi, entrambi con precedenti, è scattata anche una denuncia per il possesso delle armi.

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta