Il Primato Nazionale mensile in edicola

Fra gli sport invernali lo sci è quello sicuramente che unisce più appassionati in tutto il mondo, questa considerazione ovviamente riguarda tutte le discipline che lo compongono.

Anche in Italia, come in tutto il mondo, oltre ad atleti professionisti ci sono sempre più persone che si avvicinano a questo sport e sicuramente è importantissimo scegliere un abbigliamento tecnico di qualità per la salvaguardia della propria sicurezza, infatti è un’attività che comporta dei rischi ed è dunque necessario affrontare eventuali cadute o urti indossando la giusta tenuta. Ecco cosa sapere riguardo ai migliori caschi sci

L’importanza del casco

Quando si sceglie l’abbigliamento, la parte principale da considerare è il casco perché andrà a proteggere la testa, una parte del corpo molto delicata che necessita della massima protezione.

Tutti coloro che praticano sci necessitano di un casco di qualità che sia robusto per reggere agli impatti, realizzato nel rispetto di determinati requisiti e che tenga conto di alcune caratteristiche.

Possiamo affermare che non tutti i caschi da sci sono uguali e la scelta viene guidata da parametri importanti da tenere in considerazione, perché il prodotto deve essere conforme poiché non è importante il risparmio in questo caso am la propria sicurezza.

Caratteristiche

In questo breve articolo, che punta a chiarire come scegliere il casco da sci perfetto in base alle proprie esigenze, ci soffermiamo ora sui parametri da tenere in considerazione:

  • la compatibilità: come abbiamo specificato, lo sci si compone di diverse discipline e ad ognuna si adatta uno specifico tipo di casco;
  • la misura: il casco deve aderire perfettamente alla testa per garantire la massima protezione, questo ovviamente vale anche se si tratta di bambini;
  • la qualità costruttiva: ci sono diversi brand esperti nella costruzione di caschi da sci, che al momento dell’acquisto bisogna prediligere per assicurarsi un prodotto costruito nel rispetto della normativa, che rispetti alti standard qualitativi, e che sia realizzato in materiale robusto;
  • omologazione e rispetto delle direttive CE.

Come è fatto un casco da sci

Vediamo ora come è fatto un casco da sci, elemento importantissimo non solo per chi pratica questo sport ma anche per altre discipline invernali, in cui si raggiungono in poco tempo altissime velocità. Un dispositivo che protegga la testa pensato per chi pratica lo sci non serve solo a parare dagli urti ma offre anche tutta una serie di efficienze quali:

  • la protezione per le orecchie,
  • la regolazione della ventilazione interna,
  • il riparo dal freddo
  • la protezione per gli occhi grazie all’abbinamento con la visiera.

Tali caschi sono composti da due sezioni differenti: la parte esterna in policarbonato è rigida studiata per proteggere la testa da urti, mentre la parte interna è composta da uno strato di polistirolo espanso (nella maggior parte dei casi) che assorbe bene gli urti.

Per quanto riguarda il processo di fabbricazione, alcune aziende utilizzano la tecnica di fusione classica oppure l’innovativa “hard shell” che is basa sull’utilizzo di speciali colle per unire i due strati del casco che in questo modo risulta molto più leggero e quindi comodo anche dopo diverse ore di indosso.

Tipologie di caschi da sci

Quando acquistiamo un casco da sci, oltre a scegliere la taglia giusta fra le tante disponibili, possiamo valutare diversi modelli, ma i principali sono due:

  • integrale: ha una forma studiata per proteggere ogni parte della testa, anche lateralmente, ed è utilizzato in particolare a livello competitivo perché offre agli atleti la massima sicurezza;
  • metà calotta, detto “half shell”: si tratta di un caschetto che ha una calotta più alta nella parte posteriore, in questo modo c’è una maggiore areazione.

Come scegliere un casco da sci

Ecco alcuni aspetti da considerare quando si acquista un casco da sci, dopo aver individuato l’impiego che se ne intende fare:

  • robustezza, e dunque materiale di realizzazione;
  • marcature presenti;
  • leggerezza, così che sia comodo, non pesi troppo su collo e spalle e lasci libertà di movimento;
  • ventilazione;
  • visiera;
  • comfort generale nel momento in cui lo indossiamo;
  • rivestimento sfoderabile per garantire una maggior igiene;
  • optional aggiuntivi;
  • design.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta