Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 14 apr – Questi i dati del quotidiano bollettino della Protezione civile sull’emergenza coronavirus.

Aumento di decessi più basso da un mese

Ad oggi sono 21.067 i morti in Italia a causa del coronavirus: rispetto a ieri, sono 602 i decessi registrati. Si tratta dell’aumento più contenuto da oltre un mese, se consideriamo che il 6 marzo i nuovi malati furono 620. I casi attualmente positivi sono 10.4291, con un aumento di 675 persone rispetto a ieri. Le persone in isolamento domiciliare sono 73.094 mentre i ricoverati appaiono in lieve calo: sono 28.011, per una diminuzione di 12 individui. Il numero dei pazienti in terapia intensiva continua a scendere ormai da più di una settimana: sono attualmente 3.186, con una diminuzione di 74 persone non più sottoposte a tale terapia.

I dati della Lombardia

Anche in Lombardia, la regione più colpita dal coronavirus, sono in calo i ricoveri in terapia intensiva, in totale sono sono 1122, meno 21 persone rispetto a ieri. I positivi sono invece 61.326, con 1.012 nuovi casi, sebbene i tamponi siano stati solo 3.778. Diminuiscono i decessi, 241 in più da ieri, per un totale di 11.142 – ieri erano stati 280.

I medici morti

Purtroppo, ci sono altri 4 medici morti per coronavirus: la Fnomceo (Federazione nazionale degli ordini dei medici) rende noti i loro nomi. Luigi Ciriotti (medico di famiglia in pensione, non in servizio), Sebastiano Carbè (medico pensionato non in servizio), Maurizio Bertaccini (medico di famiglia) e Domenico Fatica (odontoiatra). Il bilancio totale dei medici morti dall’inizio dell’emergenza sale a 116. I farmacisti, invece, sono otto.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta