Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 6 apr – Consueto bollettino della Protezione Civile sul coronavirus. Non c’è ancora l’auspicata discesa sostanziale. In Italia siamo ancora in pieno picco e il numero dei contagi dall’inizio della pandemia è salito a 132.547. Il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha detto che oggi sono stati registrati 1.941 malati in più, in netto calo dunque rispetto a ieri quando ne erano stati registrati 2.972. Va detto però che oggi è stato eseguito un numero minore di tamponi. Diminuiscono i malati ricoverati in terapia intensiva: ad oggi 3.898, 79 in meno rispetto a ieri. I malati sono in tutto 93.187, dei quali 28.976 ricoverati con sintomi e 60.313 in isolamento domiciliare.

Il dato più drammatico riguarda però il numero di morti. Nelle ultime 24 ore sono state registrate 636 vittime, quindi 111 in più rispetto ai 525 della giornata di ieri. Complessivamente in Italia sono 16.523 i morti dall’inizio della pandemia. Mentre i guariti sono in totale 22.837, oggi ne sono stati registrati 1.022.

“I dati confermano sostanzialmente il trend confortante che vediamo da qualche giorno, grazie alle efficaci misure di contenimento”, ha dichiarato Luca Richeldi, pneumologo del Policlinico Gemelli e membro del Comitato tecnico scientifico (Cts) durante la conferenza stampa della Protezione civile. Borrelli ha dichiarato di aver firmato un’ordinanza in cui si prevede l’istituzione di un fondo da utilizzare per “destinare provvidenze ai familiari dei sanitari deceduti in questa emergenza”. Il bilancio dei medici morti oggi si è tra l’altro aggravato: in totale sono 87 i deceduti.

Lombardia: miglioramento lento ma costante

In Lombardia in 24 ore sono stati registrati 1.089 contagi e 297 morti. “I decessi dall’inizio dell’emergenza sono con quest’ultimo aggiornamento 9.202”, ha dichiarato l’assessore al welfare Giulio Gallera durante il consueto aggiornamento via Facebook sulla situazione nella regione italiana più colpita dal coronavirus. L’aumento dei positivi nella giornata di ieri era stato di 1.337. “I dati di oggi ci parlano di una situazione in lento ma costante miglioramento. Lo sforzo complicato che stiamo facendo quindi porta a risultati”, ha precisato Gallera. L’assessore lombardo ha poi detto che “i tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono stati ‘solo’ 5.500” dunque “meno rispetto agli 8.107 di ieri”. Gallera ha aggiunto che i dati non vengono analizzati sulle 24 ore, ma su un periodo più lungo.

Alessandro Della Guglia

1 commento

Commenta