Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 29 mar – Conferenza stampa odierna della Protezione Civile. Il capo dipartimento Angelo Borrelli ha comunicato che in totale in Italia i casi di coronavirus ad oggi 97.689. Rispetto a ieri sono stati registrati 5.217 casi in più, crescita in calo dunque visto che ieri l’aumento era stato di 5.974. I positivi ad oggi sono 73.880 , +3.815 a fronte dei 3.651 in più rispetto a ieri. Si tratta però di un dato condizionato dal notevole aumento dei guariti, crescita record: 13.030 i guariti in totale ad oggi.

In calo anche i decessi: 10.779 morti in totale, ovvero +756 contro il +889 di ieri. In generale si tratta di numeri discretamente positivi dovuti anche al netto calo dei contagi in Lombardia. Oggi sono saliti di +1.592 a fronte dei +2.117 di ieri. In Italia al momento ci sono 27.386 ricoverate in ospedale, 3.906 in terapia intensiva e 42.588 in isolamento domiciliare.

“Grazie Albania”

Il capo della Protezione Civile ha voluto poi ringraziare l’Albania: “Grazie al popolo albanese e al presidente Rama per le parole con cui ha commentato la partenza di medici e infermieri, ha dimostrato la vicinanza non solo geografica con il nostro paese rinnovando un rapporto reciproco con la protezione civile che va avanti da anni. L’anno scorso quando ci fu un terremoto devastante il nostro sistema è intervenuto a supporto”.

Preoccupa Milano

L’assessore al Welfare Giorgio Gallera, ha riferito in diretta Facebook che in Lombardia la provincia a crescere di più nel numero di contagi è quella di Milano, che supera nel totale quella di Brescia. Mentre a Bergamo, che resta in generale la provincia più colpita, il trend discendente continua Nel bresciano, invece, ancora non si inverte la tendenza. A segnar però il calo più sensibile è la provincia di Lodi.

Alessandro Della Guglia

4 Commenti

Commenta