image (3)Bolzano, 18 gen – La vita del rifugiato, o meglio dell’immigrato richiedente asilo, non è poi così male. In Trentino Alto Adige soprattutto, dove ad alcuni rifugiati – immigrati sono state offerte lezioni gratuite di sci. Quello che per molti italiani è un lusso, qualcosa che non si possono permettere, agli ultimi arrivati viene offerto gratuitamente.

Il fatto è accaduto a Val di Vizze, piccolo comune in provincia di Bolzano, dove otto rifugiati sono stati portati sulle piste di Ladurno – Colle Isarco, dove alcuni maestri si sarebbero prestati a fare lezione per un’ora a titolo gratuito. Gli immigrati, tutti richiedenti asilo, sono ospitati dalla Caritas all’ex caserma “Gnutti” nel centro di accoglienza di Val di Vizze.

La faccenda ha sollevato ovviamente delle polemiche, con il consigliere comunale di Bolzano, Andrea Bonazza, in forza a CasaPound che ha dichiarato: “Lavoro, sacrifici, tasse, imu, bollette seab, canone Rai, interminabili attese per una casa popolare, vacanzecolbinocolo. Non avete capito un cxxxo! Ecco dove finiscono i vostri contributi!”. Anche la Lega Nord con Massimo Bessone, coordinatore per le Valli Isarco e Pusteria, ha espresso riserve: “Mentre gli Italiani sono sempre più poveri, i migranti frequentano i corsi di sci”. Su Facebook sono infuriate le polemiche, molti i commenti di italiani arrabbiati, tanto che la scuola di sci ha rimosso il post con la foto degli immigrati con tute e scarponi.

 

 

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

4 Commenti

  1. iMa spalare un pò di neve, no? Alla faccia della gratitudine italica, mi faccio pure una bella lezione di sci, gratis e con attrezzatura a disposizione. A quando i corsi di vela?

  2. Ormai siamo al colmo : ci possiamo permettere TUTTO (ogni tipo d’imbecillità e spreco di risorse.).
    Questi generosi maestri di sci di Val di Vizze (Trentino Alto Adige – mica il paese del bengodi) perché non spendono qualche ora del loro tempo libero (non soldi !) per gl’italiani bisognosi che ormai dilagano tra gli stenti ?
    Purtroppo questo governo si nutre di questa gente senza sale in zucca , né vergogna.
    Moretti Morando

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here