Il Primato Nazionale mensile in edicola

pordenonePordenone, 15 apr – Si chiama Abdelhadi Lahmar ed è un marocchino di 40 anni, in Italia con permesso di soggiorno, l’uomo che stanotte ha ucciso la moglie e la figlia di 7 anni con un’accetta a Pordenone.

Incensurato, Lahmar ha svolto numerosi lavori saltuari e attualmente è disoccupato. L’uomo è stato di recente nel proprio Paese per un viaggio. La moglie si chiamava Touria Errebaibi, di 30 anni, ed oltre ad occuparsi della famiglia, in passato ha lavorato come cameriera in alcuni ristoranti del centro. La piccola, di sette anni, si chiama invece Hiba.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, l’uomo avrebbe dapprima ucciso la moglie e poi la piccola. La donna sarebbe stata afferrata e spinta sul letto nella camera da letto matrimoniale, poi colpita con un’accetta per una decina di volte.

Subito dopo l’uomo è andato nella cameretta dove dormiva la bimba e l’ha sgozzata nel sonno utilizzando un coltello. L’omicidio sarebbe avvenuto dopo una lite tra i due coniugi.

Subito dopo il folle gesto, Lahmar avrebbe chiamato egli stesso la polizia, attorno alle 3 di notte. Quando la polizia e il personale del 118 sono giunti sul posto la donna e la bambina erano già morte. I soccorritori hanno parlato di “mattanza” nella casa. L’uomo è stato portato in Questura, dove da ore è in corso un interrogatorio. Secondo quanto si è appreso non avrebbe ancora spiegato la ragione del duplice omicidio.

Roberto Derta

Commenta