Roma, 19 feb — Walter Ricciardi è talmente ossessionato dal Covid e attaccato al tema di vaccinazioni e green pass, da farci sospettare che il giorno in cui verrà dichiarata conclusa la pandemia, lui si dissolverà come lo zucchero nell’acqua. E chi gli dice di «pestare» sul tema — il consulente di Speranza in questi giorni appare a reti praticamente unificate, a tutte le ore del giorno — evidentemente gli indica di utilizzare lo stesso registro di linguaggio che si usava nel marzo 2020. Mai molàr, come dicono i veneti.

Ricciardi: il resto d’Europa apre indiscriminatamente 

Ma lui dice di non essere «né pessimista, né allarmista. Semplicemente realista», puntualizza intervistato dal Corsera. «Grazie a vaccinazioni e uso del green pass abbiamo riconquistato un buon grado di libertà», sostiene. Lo vada a dire ai 500mila italiani over 50 lasciati a casa dal super green pass. Il dito è puntato contro i Paesi europei (tutti) che hanno deciso di eliminare le restrizioni e convivere con un virus palesemente attenuato. «Invece in molti Paesi c’è la tentazione di accelerare con aperture indiscriminate. La stanchezza di vivere da due anni sotto scacco non dovrebbe indurre a assumere decisioni che potrebbero far risalire la curva per il terzo anno». Chi si loda s’imbroda, ma a Ricciardi non interessa: e così passa ad incensare il governo (di cui fa parte) per «l’atteggiamento responsabile» di questi mesi, che non ha però impedito a 30mila persone di tirare le cuoia, nonostante le misure staliniste messe in atto dall’esecutivo.

Lo spettro della quarta dose

Ma Ricciardi guarda all’autunno, e in autunno si affaccia, implacabile, lo spettro della quarta dose. Che qualcuno ha ribattezzato soavemente «richiamo annuale». Il consulente la prende larga: «Rivaccinare le persone fragili e gli operatori sanitari con la quarta dose». Si comincia sempre con loro, ma sappiamo che la misura sarà poi estesa con il solito escamotage coercitivo del green pass, a tutti gli italiani. «Prepariamoci a una nuova stagione, non necessariamente drammatica, caratterizzata dal ritorno dei virus respiratori fra i quali il Sars-CoV-2. I vaccini hanno un’efficacia straordinaria ma dopo un certo numero di mesi dall’ultima dose l’immunità perde vigore e bisogna rinforzarla», caso che continua a rimanere unico nel panorama vaccinale. «Ricordiamo che chi ha ricevuto il richiamo a ottobre, potrebbe essere presto vulnerabile. Manca la percezione che il Covid può essere grave anche nei bambini». 

L’interrogazione sulle fake news a Che tempo che fa 

Nel frattempo il nome di Ricciardi e alcune sue dichiarazioni inesatte sul green pass sono comparse in un’interrogazione parlamentare presentata dal Movimento 5 Stelle dopo l’apparizione dell’Esimio a Che tempo che fa. Spalleggiato da Fabio Fazio, che non lo ha corretto minimamente, il consigliere di Speranza «ha fatto delle dichiarazioni in merito all’utilizzo delle certificazioni verdi Covid 19 ingannevoli rispetto alle indicazioni dello stesso Ministero», si legge. «Nello specifico», Ricciardi «ha spiegato che i green pass ci consentono sostanzialmente di frequentare gli ambienti al chiuso in maniera sicura perché chi è vicino a noi non è infetto e non può contagiarci. Ma sul sito del ministero invece si chiarisce perfettamente che anche chi ha tutte le dosi di vaccino contro il Covid-19 può ammalarsi e trasmettere l’infezione agli altri. Il servizio pubblico dovrebbe tutelare i cittadini e gli utenti dal rischio di diffusione di fake news sull’epidemia da Covid-19».

Cristina Gauri

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Articolo precedenteFinto matrimonio con pusher nordafricano, lui la sequestra per mesi: l’incubo di una modenese
Articolo successivoUcraina, la guerra totale è mediatica (per ora)
Classe 1977, nata nella città dei Mille e cresciuta ai piedi della Val Brembana, dell’identità orobica ha preso il meglio e il peggio. Ex musicista elettronica, ha passato metà della sua vita a fare cazzate negli ambienti malsani delle sottoculture, vera scuola di vita da cui è uscita con la consapevolezza che guarire dall’egemonia culturale della sinistra, soprattutto in ambito giovanile, è un dovere morale, e non cessa mai di ricordarlo quando scrive. Ha fatto uscire due dischi cacofonici e prima di diventare giornalista pubblicista è stata social media manager in tempi assai «pionieri» per un noto quotidiano sabaudo. Scrive di tutto quello che la fa arrabbiare, compresi i tic e le idiozie della sua stessa area politica.

2 Commenti

  1. Bill Gates stesso ha detto oggi che “tristemente” omicron è una specie di vaccino che produce una immunità migliore dei vaccini!!!
    (sarebbe l’immunità naturale ma a Gates la natura fà schifo!-gli dispiace questo evidentemente perchè non ci puo’ sottoporre cosi’ al prodotto contenente nanotecnologie ma dice che arriverà un altro patogeno e i “vaccini” saranno piu’ veloci dell’ immunita’ naturale!!).

    da; rt.com 19 Feb, 2022 02:46-HomeWorld News
    Bill Gates says Omicron ‘sadly’ spreads immunity faster than vaccines
    “Sadly, the virus itself – particularly the variant Omicron – is a type of vaccine. That is, it creates both B cell and T cell immunity. And it’s done a better job of getting out to the world population than we have with vaccines.” – Bill GatesSadly?pic.twitter.com/BJR0WECwDr
    — Laura Dodsworth (@BareReality) February 18, 2022

    Articolo che chiarisce che dal Novembre 2021 si ha certezza della presenza di nanotecnologie nei “vaccini “(trovate i vari 8 studi ,unadichiarazione di un Colonello dell’ esercito USA, immagini,etc);

    da; forlifeonearth.weebly.com/transhumans-reports-on-the-composition-of-nano-technological-covid-vaccines.html

    “We have known since November 2021, with solid evidence and analysis, that the so-called vaccines are not vaccines but very high-tech concoctions, including different kinds of nanotechnology.”
    (estratto:Vi è solida evidenza dal Novembre 2021 che vi sono vari tipi di nanotecnologie nei “vaccini” covid, inclusi nano routers, nanosensori,superconduttori ,etc.)

    Guarda caso poi che i russi e cinesi non hanno voluto il controllo corporeo USA e hanno i loro vaccini!!
    PS; Questo ora spiega l’insistenza del governo a “vaccinare” il 100% e la richiesta della pfizer di rendere pubblici i dati sulla registrazione del prodotto tra 70 anni!

    PS; Le nanotecnologie inserite interagiscono con il bluetooth dei telefonini e trasmettono e ricevono cosi’ degli input? Trattandosi infatti di nanotecnologie non hanno capacità tali da comunicare senza aiuto a lunga distanza.
    Per questo motivo vogliono tutti con telefonino e green pass?

  2. L’ AIFA di Speranza che risponde al governo e fornisce le menzogne ufficiali sui morti e invalidi da terapie geniche sperimentali, è la stessa che approva i farmaci costosissimi delle industrie.Miliardi di euro che ovviamente vengono scaricati sul SSN che noi paghiamo indirettamente con tasse allucinanti.
    I membri dell’ AIFA vanno assolutamente indagati per attentato alla salute degli italiani e strage sia per aver approvato i veleni genici e sia per aver mentito sugli effetti collaterali.Sarà anche da verificare se vi siano interessi privati in atti d’ufficio.No sono solo i soldi “interessi privati” come già successo per Poggiolini o Di Lorenzo ma anche avanzamenti di carriera o altri benefici.

    Notare che su google il Minsan di Speranza l’ignorante di medicina continua a parlare di “vaccino” sicuro per chiunque, bambini e donne gravide comprese(impossibile sia sicuro per chiunque dato che a medio lungo termine di questi veleni non si puo’ ancora sapere nulla ).
    Affermare come “sicuro” un farmaco è proibito nella promozione da parte delle ditte dagli avvocati stessi delle società farmaceutiche e quindi puo’ essere un ottimo appiglio legale per persone distrutte da questi veleni per avere i danni rilevanti dallo stato(che deve rivalersi sui beni di Speranza e compari)

    Siamo a 38.983 morti sospette e 3.530.362 danni sospetti da “vaccini” COVID nel database ufficiale in cui entrano le segnalazioni degli effetti avversi per l’europa denominato EudraVigilance(EMA) ; l’ Italia dovrebbe avere 1/7 di queste denunce avendo 1/7 della popolazione europea e quindi sulle 7 mila morti sospette e centinaia di migliaia di altri danni .Da noi pero’il regime ha stabilito di fare “sorveglianza passiva” contro tutti gli altri paesi eurpei che hanno la “sorveglianza attiva.
    Gli stessi dati europei sono molto sottostimati dato che solo una piccola parte viene comunicata poichè spesso il paziente o il medico non lo correla o il medico non ha voglia o ha paura di segnalare l’evento avverso.Negli USA si stima che al massimo un 10% dei danni da vaccino vengano segnalati o rilevati!!

    L’Aifa dice che a Dicembre 2022(dati tenuti nascosti per oltre un mese ma subito comunicati ai loro padroni europei)) i morti da questi veleni sono stati 22 sugli 800 morti a loro segnalati dopo “vaccinazione”!
    Degli 800 morti da “vaccino” l’ AIFA non si sà come ne ha subito esclusi il 75%!Ne sono rimasti solo 200 per loro “forse” correlati di cui dicono 178 “ancora da verificare”(”!!) quindi alla stampa hanno comunicato 22 morti per ingannare il popolo italiano e fare anche il reato di abuso della credulità popolare !! (22+178= 200 ma il numero, falso anche esso, avrebbe messo paura!!)
    Tra i 22 morti guarda caso vi sono solo ottantenni e nemmeno la Camilla Canepa diciottenne è inclusa, sebbene un tribunale ha stabilito il nesso!!Hanno anche usato altri vari trucchetti tra cui escudere qualsiasi morto dopo 14 giorni dall’ iniezione quindi se uno và in coma dopo il veleno e muore al 15° giorno viene da loro escluso!

Commenta