Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 giu – Siamo a Roma dove a 95 anni si può rischiare lo sfratto da una abitazione delle case popolari. E’ il caso – con codazzo di polemiche politiche – della signora Lea che da cinquant’anni risiede in una casa popolare del comune  a largo Veratti, in zona San Paolo.

Sangue di Enea Ritter

Roma, a 95 anni rischia lo sfratto

L’anziana di Roma di 95 anni nei giorni scorsi ha ricevuto un avviso di rilascio dell’immobile (ovvero sfratto) dal dipartimento Politiche abitative. E questo nonostante lei abbia sempre pagato regolarmente l’affitto Secondo l’assessore alle Politiche abitative Valentina Vivarelli, è colpa di “irregolarità amministrative protattesi negli anni”. Questo caso ha ovviamente scatenato indignazione e polemiche.

Black Brain

Vivarelli (Comune): “Può presentare sanatoria”

“Non ci sarà nessuno sfratto” è corsa a dire la Vivarelli “voglio precisare che si tratta di una comunicazione di un avvio del procedimento a causa di irregolarità amministrative protrattesi negli anni. La signora Lea può ancora presentare domanda di sanatoria entro il termine del 28 maggio 2021 mediante il modulo che Lei o un suo famigliare può trovare sul sito istituzionale di Roma Capitale“.

Giorgia Meloni: “Presenteremo interrograzione”

Ma per la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, questa risposta non offirebbe alcuna : “Ascoltate la storia di Lea, 95 anni, che il Comune di Roma vorrebbe sbattere fuori di casa dopo che la signora ci ha vissuto, pagando sempre quanto dovuto, per 50 anni. Una vergogna inaudita per la quale Fratelli d’Italia ha già iniziato una battaglia in consiglio comunale”. Viene dunque annunciata una interrogazione.

Ma il Comune dice di “seguire il caso” …

La Vivarelli non ci sta e parla di “campagna elettorale sui più fragili” sul caso della signora Lea. “La sua situazione  è costantemente seguita dal dipartimento“, assicura. Come era seguito prima il suo caso e cioè facendo rischiare lo sfratto a una anziana di 95 anni? Speriamo che le cose cambino (e forse le telecamere nel suo caso sono servite a risvegliare un po’ di coscienze).

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. la gestione di roma fa così schifo che se fosse possibile mettere in galera la gente per incapacità totale,
    la raggi e una decina di sindaci prima di lei NON vedrebbero mai più la luce del sole.

    vedere roma oggi…e paragonarla alle altre capitali del primo mondo è IMPOSSIBILE:
    sembra di essere in india,in africa o nel burkina faso,non certo in europa:

    che triste fine,per quella che è stata la capitale di un impero tra i più importanti della storia…..

Commenta