Torino, 8 feb — Scene da Bronx a Torino dove nella sera del 6 febbraio una volante della polizia è stata accerchiata e presa violentemente a calci da tifosi senegalesi che festeggiavano la vittoria della Coppa D’Africa da parte della loro Nazionale di calcio.

Torino, senegalesi in festa prendono a calci auto della polizia

Veri e propri attimi di paura per gli agenti all’interno dei veicoli: il luogo dell’«agguato» è corso Palermo, nel quartiere Barriera di Milano, zona nota per i grossi problemi di sicurezza pubblica e di degrado legati all’immigrazione incontrollata. L’episodio è avvenuto domenica sera, quando un fiume di senegalesi si è riversato nelle strade per festeggiare, più o meno civilmente, la vittoria del Senegal sull’Egitto ai calci di rigore. In particolar modo, un gruppo ha deciso di prendersela con la volante della polizia. La scena è stata ripresa e postata sui social da testimoni arroccati sui balconi. L’auto delle forze dell’ordine è infine riuscita ad allontanarsi, mentre i senegalesi prendevano a calci le carrozzerie delle auto parcheggiate. Grazie ai video la Questura è al lavoro per identificare i responsabili dell’assalto.Al momento non risultano provvedimenti a carico di nessuno.

Leggi anche: Firenze, degrado senza fine: senegalese ubriaco si arrampica sulla statua di Dante (Video)

Augusta Montaruli, parlamentare torinese di Fratelli d’Italia, ha pubblicato il video su Facebook annunciando che  presenterà una interrogazione al ministro Lamorgese. «Il ministro deve dirci come sia possibile arrivare a situazioni come questa». In serata ha dato segni di vita anche il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, esprimendo la sua «più ferma e netta condanna per l’aggressione subita a Torino da un equipaggio della Polizia di Stato durante un servizio di controllo del territorio». Il ministro dell’Interno, informa il Viminale, «nel ribadire la sua gratitudine a tutte le donne e gli uomini delle forze di polizia impegnati quotidianamente per tutelare la sicurezza dei cittadini, assicura il massimo impegno affinché vengano individuati al più presto i responsabili di questo gravissimo episodio».

Cristina Gauri

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. ….
    andiamo male,veramente male:

    il livello MINIMO di deterrenza che polizia e carabinieri DEVONO avere,è quello di essere TEMUTI dai delinquenti.
    e se si permettono di fare queste cose sapendo di farla regolarmente franca,
    vuol dire che le forze dell’ordine e la giustizia sono diventate dei pagliacci completamente inoffensivi,nell’immaginario collettivo:
    il che è l’anticamera dell’autodifesa dei cittadini,conseguente alla percezione di essere abbandonati dallo stato.

    ci aspettano tempi bui,temo…
    e saranno ben meritati,per la stupidità buonista dei cittadini italiani,
    che hanno permesso la totale distruzione della funzione PUNITIVA e REPRESSIVA della giustizia:
    che NON deve essere amica dei delinquenti,bensì
    SPIETATA e FEROCE almeno quanto loro.

  2. non ci sono parole . io mi domando come la gente continui a votare il PD e i cespuglietti della pseudo sinistra. hanno destrutturato completamente la società e l’hanno riempita di delinquenti, disoccupati e poveri dal terzo mondo. contnunano a farlo imperterriti. Nessuno che ponga un argine.

  3. lillo fateli piu' robusti sti fucili che si rompono ,una volta luigi franchi era il numero 1 adesso fanno pieta'

    si ma anche le forze dell’ordine a questi li perdonano ma se mandi a ffare in culo quella faccia di merda di draghi e brunetta ti vengono a pigliare

Commenta