Milano, 13 giu — Un’altro edificante capitolo di dis-integrazione perfettamente riuscita nella Milano cosmopolita di Beppe Sala: un immigrato egiziano di 25 anni ha mandato all’ospedale due ragazzi, ferendone uno in maniera grave, dopo averli sfregiati con un coccio di bottiglia nel tentativo di rapinarli. Lo straniero è poi finito in manette.

Egiziano sfregia 2 ragazzini con un coccio di bottiglia

Secondo quanto riferito dalle cronache locali la prima aggressione si sarebbe verificata,  intorno alle 10.30. L’egiziano, irregolare e con precedenti per reati contro la persona, è salito sull’autobus della linea 70 alla fermata di via Imbonati all’angolo con via Monte San Genesio. Lo straniero si sarebbe avvicinato alla sua prima vittima, un 21enne milanese. Poi, nel tentativo di rapinarlo, avrebbe infierito su di lui colpendolo più volte al viso, al collo e al braccio con il coccio di bottiglia e provocandogli gravi ferite. Il ragazzo è stato poi medicato all’ospedale Niguarda e giudicato guaribili in 40 giorni.

Leggi anche: Continua il Far West a Termini: somalo sfregia al volto un nigeriano

La scena si sposta quindi al seggio elettorale di via Benigno Crespi, in zona Dergano, alla periferia nord di Milano. Un ragazzino di 17 anni, terrorizzato, piomba all’interno dell’edificio dove si stavano svolgendo le operazioni di voto del referendum. Urla, ha il volto insanguinato e una vistosa ferita dietro all’orecchio. A breve distanza segue l’egiziano, che lo insegue tenendo ben saldo il coccio di bottiglia nella mano. Anche in questo caso, l’immigrato aveva tentato di rapinare la propria vittima. Fortunatamente per il ragazzo e per i presenti, il delinquente è stato bloccato dagli agenti di polizia presenti all’ingresso del seggio.

Secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine, dopo la prima aggressione l’egiziano era sceso alla fermata successiva, all’altezza di via Monte San Genesio, e aveva trovato sulla sua strada il 17enne. Lo straniero è stato arrestato per tentata rapina e lesioni aggravate.

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti


  1. spero che gli abbiano spianato le costole a forza di botte,prima di arrestarlo.
    poi “ha opposto resistenza” all’arresto…

Commenta