Il Primato Nazionale mensile in edicola

Torino, 10 ago – Se sei italiano, ti tirano le pietre. Prosegue l’incandescente estate torinese all’insegna delle violenze degli immigrati – ma la situazione non migliora nel resto della penisola. Questa volta teatro della vicenda è stato il parcheggio dell’ospedale Giovanni Bosco, dove un paziente ha subìto un’aggressione da un autoproclamatosi «parcheggiatore» marocchino e dai suoi due complici, che reclamavano la «tariffa oraria» per l’auto parcheggiata. Oltre alla violenza, l’immigrato ha pure provato a sottrargli 20 euro con la forza.

La vittima stava uscendo dall’ospedale dopo una visita di controllo al braccio ingessato e si stava dirigendo verso il parcheggio dove aveva posteggiato la propria automobile. In una mano recava, oltre al foglio delle dimissioni, anche una banconota da 20 euro. Il particolare non è sfuggito al 35enne extracomunitario che, scortato da due connazionali, ha deciso di «puntarlo» e seguirlo, sbarrandogli infine il passo ed esigendo l’odioso balzello abusivo. La richiesta ha incontrato la resistenza del paziente, ma il marocchino prima gli ha strappato la banconota di mano, poi ha provato a sottrargli il borsello, riuscendo solo a rompere la fascia di ancoraggio al gesso. Ne è nata una colluttazione poiché la vittima, nonostante l’impedimento del braccio ingessato, non si dimostrava assolutamente intenzionata a cedere all’aggressore; a questo punto sono intervenuti i due complici, che hanno minacciato il paziente con delle grosse pietre trovate in un’aiuola. 

Data la situazione la vittima, spaventata, non ha potuto fare altro che fuggire all’interno dell’ospedale e allertare le forze dell’ordine, che sono intervenute tempestivamente. Gli agenti del commissariato Barriera Milano hanno rintracciato i rapinatori: il parcheggiatore è stato arrestato per rapina.

Cristina Gauri

1 commento

  1. …come sempre succede,se ti fai pecora il lupo ti mangia:
    ci sono TROPPI TANGHERI,in questo paese….
    e c’è assoluta necessità di una rigorosa educazione,in stile jesolo:
    LEGNATE COME PIOVESSE,e vedrai come si calmano tutti all’istante….

Commenta