Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 13 mar – Vaccino AstraZeneca, c’è un altro caso sospetto in Sicilia. Un’insegnante di Gela è stata ricoverata d’urgenza all’ospedale Sant’Elia di Caltanisetta. La donna, 37enne, sarebbe in gravi condizioni. Ha accusato un malore causato da una emorragia celebrale dieci giorni dopo aver fatto il vaccino di AstraZeneca. In corso gli accertamenti sul numero del lotto usato.

Vaccino AstraZeneca, un altro caso sospetto in Sicilia

Si tratta di un altro caso sospetto da confermare, dopo le 5 morti sospette avvenute dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca. Dunque non c’è ancora alcuna certezza della correlazione tra il vaccino e la reazione. Certo è che si tratta dell’ennesimo episodio da verificare, con le autorità sanitarie che dovranno far luce su quanto accaduto.

Stando a quanto riferito dal Giornale Nisseno “la trentasettenne è stata trasferita in elisoccorso all’ospedale del 118 e trasportata in Neurochirurgia dove i medici l’hanno sottoposta a un delicato intervento”. Il quotidiano siciliano riporta poi che il “vaccino fatto non apparterrebbe al lotto ritirato”. E “il dato sul vaccino sarebbe emerso durante l’anamnesi delle paziente e la raccolta dei suoi dati da parte dei sanitari”. Ricordiamo che il lotto ritirato da Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, è numerato ABV2856. Un blocco precauzionale disposto su tutto il territorio nazionale, dopo la segnalazione di “tre eventi avversi fatali”. Legati, secondo i primi accertamenti, a trombosi e coaguli del sangue.

AstraZeneca annuncia nuovi tagli alle forniture di vaccini

Intanto stamani AstraZeneca ha annunciato altri tagli alle forniture all’Unione europea del suo vaccino anti-Covid. “AstraZeneca è dispiaciuta di annunciare carenze nelle spedizioni pianificate di vaccini contro il Covid-19 all’Unione europea, nonostante il lavoro instancabile per accelerare le forniture”, scrive in una nota l’azienda anglo-svedese.

“AstraZeneca è lontana dalle dosi che avrebbe dovuto distribuire. Non crediamo che stia facendo di tutto” per onorare i suoi impegni e dunque “analizziamo tutte le possibili misure da prendere”, replica all’Ansa una fonte Ue subito dopo l’annuncio dei nuovi tagli da parte del colosso farmaceutico.

Alessandro Della Guglia

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta