peru c27Roma, 12 mag. – Potrebbero salire a 12 i velivoli C-27J, best seller mondiale nella categoria degli aerei da trasporto tattico medio di nuova generazione, ordinati dal governo peruviano ad Alenia Aermacchi. La commessa peruviana, dal valore di oltre 600 milioni di dollari, diventa di fatto, dopo quella americana, la seconda commessa nella storia del programma.

Dopo aver sbaragliato avversari come il C295, prodotto dall’Airbus Military e la versione rimodernata dell’ Antonov An-32 il programma conquisto il governo sudamericano che, nel dicembre dello scorso anno ha siglato un accordo di 121 milioni di dollari per i primi due velivoli.

In seguito ad un esplicito desiderio del ministro peruviano di verificare lo status del primo velivolo da destinare alla Fuerza Aerea Peruviana, Il 6 ed il 7 maggio, si è tenuta una visita da parte del Ministero della Difesa del Perù, guidata dal responsabile del Dicastero, Hon. Pedro Cateriano Bellido, e dal Comandante della Forza Aerea, Ten. Gen. Jaime Figueroa Olivos. La delegazione, accompagnata dal Segretariato Generale della Difesa italiano, rappresentato dal Vicesegretario Generale, Amm. Valter Girardelli, e dal Vicecomandante del III Reparto, Gen. B.A. Pasquale Montegiglio è stata accolta dall’ Amministratore Delegato, Giuseppe Giordo, insieme ai due Direttori Generali, Donato Amoroso ed Ugo Vinti, ed al Senior Advisor Vendite, Franco Ferracini.

Nel corso della visita, il ministro e numerosi giornalisti peruviani, hanno effettuato un volo di prova sul C-27J, pilotato dal responsabile Operazioni di Volo di Alenia Aermacchi, Marco Venanzetti, e da Gianni Ammoniaci, durante il quale hanno potuto verificare in prima persona le prestazioni del velivolo.conf stampa caselle sud

Evidentemente il volo di prova deve essere stato gradito perché durante una successiva conferenza stampa il Ministro peruviano ha annunciato l’acquisizione di due ulteriori velivoli C-27J. I dettagli per l’acquisizione dei due velivoli aggiuntivi verranno contrattualizzati nel secondo semestre di quest’anno. In questo modo, il Perù raddoppia il suo sforzo sul programma che potrebbe, nel medio termine, portare la flotta dai 4 velivoli attuali a 12.

In considerazione del volume acquisito da questo contratto e dai recenti sviluppi nel mercato sudamericano, Giuseppe Giordo ha annunciato che Alenia Aermacchi è intenzionata ad aprire un ufficio di collegamento a Lima, con funzioni logistiche e di rappresentanza commerciale.

Già in passato l’Italia ha guardato con interesse verso l’America Latina con ottimi risultati. Speriamo che in questo caso la storia si ripeta.

 

Cesare Dragandana

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here