Per i non addetti ai lavori la finanza appare come una materia complicata, dal linguaggio ostico e dalle dinamiche incomprensibili: grazie ad attività solo apparentemente lontane è però possibile comprenderla e imparare semplici concetti in grado di migliorare le proprie capacità di risparmiare e investire.

Perché è importante capire la finanza?

In molti, risparmiatori e non, sono convinti che quello della finanza sia un mondo inaccessibile, sia per la difficoltà e complessità degli argomenti che abbraccia che per il linguaggio che viene usato tutti i giorni nei suoi ambiti, ottenendo l’impressione finale che sia impossibile avvicinarsi davvero a queste tematiche e farle proprie. Comprendere le leggi e i meccanismi che regolano il mondo dell’economia è infatti apparentemente un’operazione complessa e faticosa: sono necessari anni di studi universitari e successive specializzazioni, per poi cimentarsi in posizioni di lavoro specifiche e tanto altro ancora. Chi si rivolge a consulenti ed esperti, in carne e ossa o meno, spesso non sa che molti dei principi di base della finanza possono essere compresi anche prestando attenzione a piccole attività quotidiane, come giocare insieme con giochi da tavolo, o che ci si può dedicare ad apprendere tali concetti in maniera meno convenzionale del solito, come ad esempio visitando un museo o guardando una serie TV. Qualunque sia il metodo scelto, padroneggiare le proprie conoscenze in materia di economia e finanza è fondamentale per una corretta comprensione e gestione del proprio budget, per migliorare tanti aspetti della propria vita quotidiana a partire dal risparmio e dall’investimento, anche con attenzione alla finanza etica.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Capire la finanza grazie ai giochi: gli esempi di Monopoli e Blackjack

Uno dei metodi più inusuali e al tempo stesso più semplici è quello di imparare giocando. Intrattenendosi con attività apparentemente non collegate dalla finanza, infatti, si finisce per acquisire metodi e dinamiche proprie del mondo dell’economia in maniera naturale e spontanea. Uno degli esempi più calzanti è sicuramente quello del Monopoli: il gioco da tavolo per eccellenza, creato negli anni ’30, si rivela in realtà ancora attualissimo. Gestire le proprie proprietà, valutare acquisti e investimenti, modificare il proprio budget a seconda delle necessità e persino mettere in conto imprevisti e situazioni inaspettate: proprio come nella normale amministrazione quotidiana, Monopoli insegna con semplicità a portare avanti le attività economiche alla base della vita di ogni risparmiatore. Allo stesso modo, la comprensione dei meccanismi di investimento e risparmio può essere appresa giocando a Blackjack, anche semplicemente tramite un’app per il proprio smartphone. Il Blackjack online fornito del provider Betway, ad esempio, permette di capire le dinamiche del risparmio destreggiandosi tra bankroll e calcoli: lo scopo delle partite è infatti quello di battere la mano del banco con una cifra superiore ad essa ma senza mai superare il 21. Il gioco si basa su variabili e probabilità, e una volta comprese le conseguenze delle proprie azioni al tavolo è facile decidere come portare avanti le successive, in base alla propria disponibilità: esattamente come nella vita di tutti i giorni, con fondi a disposizione limitati e concatenazioni di eventi basate su manovre iniziali, il tutto da portare avanti con il proprio budget familiare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Finanza per tutti: dal Museo della Risparmio alla serie web “Home banking”

A volte anche un’attività semplice come la visita ad un museo può portare ad una migliore comprensione dell’economia: il Museo del Risparmio di Torino, aperto nel 2012, permette ai suoi visitatori, anche bambini, di avvicinarsi al mondo della finanza e del risparmio e iniziare a comprendere i principi base di una materia così complessa. Articolato in vari percorsi, grazie all’ausilio di materiali audiovisivi e tecnologie interattive, rende possibile ai suoi visitatori la scoperta dei principali strumenti finanziari come azioni, obbligazioni, fondi comuni e fondi pensione, e degli elementi fondamentali della storia economica come la moneta, gli scambi commerciali, le bolle speculative e le crisi finanziarie. Il tutto collegando arte, letteratura e cinema in modo da rendere più vicini ai visitatori i temi trattati: davvero un modo utile per spiegare concetti complicati in maniera esaustiva. E, per chi vuole imparare i rudimenti della finanza direttamente da casa propria senza rinunciare al divertimento, la sitcom “Home banking” di Orizzonti.tv mette a disposizione tutti gli strumenti utili alla comprensione delle dinamiche mondo dell’economia in maniera chiara e intuitiva. La web serie, infatti, è basata sulle vicende di una serie di amici che intende aprire un ristorante-teatro senza avere cognizione di tutte le incombenze burocratiche ed economiche che riguardano una tale attività: lo scontro con piccoli inconvenienti e situazioni quotidiani è il pretesto per spiegare con un linguaggio semplice e al tempo stesso accattivante e preparato le principali tematiche economiche e finanziarie, utili alla gestione del budget di privati quanto di esercizi aperti al pubblico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I metodi per capire la finanza sono dunque tanti e inaspettatamente semplici: che si scelga di giocare insieme o di passare un pomeriggio al museo, sicuramente è importante compiere il primo passo per iniziare ad avvicinarsi al mondo dell’economia in una dimensione accessibile e comprensibile.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here