Il Primato Nazionale mensile in edicola

I primi mesi del 2018 hanno visto un’impennata decisa degli scambi nel forex trading. Forse neppure gli analisti si aspettavano numeri in crescita nelle contrattazioni valutarie che hanno messo al centro il forex.
I motivi della crescita del volume delle contrattazioni si legge con tutta probabilità nelle previsioni incentrate sul dollaro statunitense, contraddistinto da una nuova ondata di volatilità.
Il volume degli scambi nel forex ha toccato quota 805 trilioni di dollari
Secondo recenti stime il volume degli scambi giornalieri concernenti il forex ha toccato quota 805 trilioni di dollari a gennaio, mettendo a segno una crescita del 24%. Si tratta di una percentuale interessante soprattutto se parametrata a quella dello stesso periodo dello scorso anno che metteva in evidenza un più esiguo 15,6%.
Il forex è il mercato più diffuso del pianeta
Il  foreign exchange market, definito semplicemente Forex o Fx, è il mercato più esteso e diffuso del pianeta, questo è un dato di fatto. A dare valore ad una tale ampiezza è la presenza di prim’attori quali sono le banche centrali, gli istituti di credito sparsi sul territorio, le istituzioni, chi si occupa professionalmente di valute, i governi dei vari stati, i trader,  le imprese internazionali, i mercati finanziari e gli operatori che li gestiscono.
Generato nei primi anni ’70 il forex ha trovato terreno fertile nei tassi di cambio fluttuanti, ma oggi cresce con costanza grazie all’utilizzo di supporti più comuni come i computer e tecnologicamente avanzati come tablet e smartphone.
L’uso di questi strumenti ha generato la nascita di specifiche piattaforme fruibili in rete,  riservate al trading on line, al quale in questi anni si sono avvicinati in molti.
Le piattaforme, strumento essenziale per operare on line
L’accesso al mercato del forex è possibile soltanto se si fruisce del supporto di un intermediario, un forex broker, che mette a disposizione strumenti specifici per poter operare on line.
Servendosi di broker regolarmente autorizzati si possono compiere transazioni ed operare nel trading on line. Lo strumento essenziale, grazie al quale i broker avvicinano i trader al forex e permettono loro di compiere operazioni  in previsione di un guadagno, è la cosiddetta piattaforma on line.
Si tratta di un software sofisticato che consente al trader di operare nel forex, ma non prima di aver dedicato un periodo di studio ai mercati finanziari per evitare di compiere atti azzardati,  che possono portare anche a gravi perdite economiche.
Senza formazione ed informazioni il rischio è dietro l’angolo e i broker seri si avvalgono di piattaforme evolute, che propongono ai trader demo gratuite per operare sui mercati finanziari in prova, ma anche tutta una serie di supporti fra cui news, grafici e studi sull’andamento del mercato.
Di fatto attraverso la demo si compiono operazioni di investimento ma con denaro virtuale, per capire le potenzialità e le difficoltà davanti alle quali il mercato del forex può porre il trader.
Arricchirsi senza rischi viene escluso a priori da un broker serio, che invece deve convincere il trader ad operare con estremo raziocinio, evitando gli azzardi solo in nome del profitto.
 



Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta