Roma, 12 ott – Ambientalisti contro il nucleare? Ciclopico abbaglio, antinomia intrinseca dettata unicamente da pregiudizio atavico. Perché il nucleare genera energia pulita e come più volte spiegato nel dettaglio su questo giornale, crea emissioni più basse. Bando all’ideologismo miope dunque, affrontare la realtà mettendo mano ai dati reali e puntare sul nucleare: adesso ve lo dice persino Greta Thunberg. Sì perché l’attivista ecologista, osannata da omnia media, manda ora letteralmente in cortocircuito i “verdi” di sinistra, prendendo una chiara posizione a favore dell’energia atomica.

Greta dice sì al nucleare: “La Germania non lo abbandoni”

Intervenuta nell’acceso dibattito sulle centrali nucleari in Germania, Greta ha detto senza mezzi termini che a suo avviso spegnerle sarebbe un errore, in un momento di grave crisi energetica per il Paese. “Se ancora sono in funzione credo che sarebbe un errore spegnerle e passare al carbone“, ha dichiarato, intervenendo al talk show di Sandra Maischberger, in stasera sul canale ARD, stando a una anticipazione della Dpa. “È una cattiva idea” puntare sul carbone se “l’altro” (il nucleare, nrd) è ancora in funzione.
Friday for futurism dunque.

La versione di Greta

I più attenti ricorderanno comunque che Greta non è nuova a una simile presa di posizione, stando almeno a quanto fece trapelare lo scorso anno il ministro Roberto Cingolani. “Soluzioni compatibili per l’energia del futuro? L’ha detto persino Greta, che per me non è un referente tecnico, in un dialogo che più in là potremmo avere bisogno del nucleare, perché potrebbe non essere sufficiente l’accelerazione data dalle rinnovabili”, disse il ministro della Transizione ecologica durante una puntata di Quarta Repubblica. Ancora prima di Cingolani fu Francesco Giavazzi, consulente economico di Draghi, a evidenziare un dettaglio dell’incontro tenutosi tra l’ambientalista svedese e il premier italiano. In quell’occasione il consigliere di Draghi avrebbe poi chiesto a Greta: “Durante questa transizione cosa facciamo, usiamo il carbone?” Risposta: “No, l’energia nucleare”. Repetita iuvant.

Eugenio Palazzini

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Ma finiamola di parlare di transizione ecologica, oggi sostengono un blizkrieg para-ecologico, molto paraculo = sistema.

Commenta