Roma, 31 ago – Nuova interruzione delle forniture di gas all’Europa. La Russia chiude ancora i rubinetti del gasdotto Nord Stream 1, come reso noto da Entsog, la Rete europea dei gestori dei sistemi di trasporto del gas. Il colosso russo Gazprom, aveva già annunciato lo stop alle esportazioni di tre giorni, giustificandolo con lavori di manutenzione necessari nella stazione di compressione di Portovaya, da cui poi il gas viene inviato in altri Paesi europei. Nord Stream 1 fermerà le attività da oggi al 3 settembre, come precisato anche dalla Tass. Ieri la stessa Gazprom aveva annunciato un taglio ulteriore alle forniture di gas alla Francia, informando il gestore dell’energia transalpina, Engie, che la riduzione delle consegne è prevista a causa di disaccordi su alcuni contratti.

Crisi del gas, nuovo stop Russia a forniture. Prezzi in rialzo ad Amsterdam

“Gazprom ha comunicato per la giornata di oggi la consegna di volumi di gas pari a circa 20 milioni di metri cubi, a fronte di consegne giornaliere pari a circa 27 milioni di metri cubi effettuate nei giorni scorsi”, scrive Eni in una nota. “Eni si riserva di comunicare eventuali aggiornamenti nel caso in cui vi fossero ulteriori variazioni significative nelle quantità in consegna comunicate da Gazprom”. Sembra insomma aggravarsi ulteriormente la questione delle forniture dalla Russia, con l’Europa alle prese con un lavoro di emergenza – sinora ben poco fruttuoso – per il prezzo del gas.

“I prezzi dell’energia stanno battendo record dopo record. Le conseguenze per le famiglie e le imprese non sono sostenibili. Dobbiamo affrontare questo problema insieme e con urgenza”, ha scritto su Twitter il presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. L’unica cosa certa è però la raggiunta media di “riempimento degli stoccaggi dell’80%” da parte dei Paesi Ue. Intanto, dopo l’annuncio dello stop di tre giorni del Nord Stream 1, il prezzo del gas al Ttf di Amsterdam, il mercato di riferimento per l’Europa, apre di nuovo in rialzo a 269 euro la megawattora. Salendo poi a 275.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta