Roma, 31 ago – Affronteremo l’emergenza gas stando di più al freddo. E ormai è semi-ufficiale, come riporta anche QuiFinanza.

Meno gas e più freddo d’inverno: il decreto in arrivo

L’Ue prova a spacciarsi come entità che sta affrontando il tema in modo serio, ma quanto in previsione, per il decreto in arrivo, mostra una sola cosa: che quest’inverno avremo meno gas e più freddo. Un’ora di freddo in più, per la precisione. I termosifoni saranno obbligatoriamente messi giù di un grado (da 20 a 19), e i riscaldamenti saranno spenti un’ora prima. Una prospettiva che attanaglia non solo l’Italia ma tutti i paesi di questa povera Europa. Da noi, nel frattempo, si deciderà anche dell’illuminazione urbana. O del suo progressivo razionamento, visto il clima da corsa verso il sottosviluppo che stiamo vivendo dopo lo scoppio della guerra in Ucraina.

La “sensibilizzazione”

Partiranno fastidiosi e mesti spot per la “sensibilizzazione” al minor consumo di gas. Lavarsi di meno, perfino. Ci sarà anche qualcosa di carino, tipo non tenere accesa la luce se non si sta utilizzando in una stanza, ma è un premio di consolazione in un quadro desolanete. Il piano di risparmio energetico sarà presentato domani a Mario Draghi, dal ministro di Transizione ecologica Roberto Cingolani. Le misure saranno così definite: ma si tratta sostanzialmente di capire quanto gas in meno dovremo utilizzare. E quindi, quanto staremo al freddo nel prossimo inverno.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta