Il Primato Nazionale mensile in edicola

saipem logo sedeRoma, 9 apr – I corsi depressi del petrolio non aiutano ma Saipem guarda avanti e, nonostante il sostanziale blocco degli investimenti a livello globale, tenta il rilancio. La società di San Donato Milanese, completata l’uscita dal perimetro Eni e finita sotto l’ “ombrello” di Cassa Depositi e Prestiti, cerca così di uscire dalla profonda crisi nella quale è sprofondata da alcuni anni a questa parte, a causa di inchieste giudiziarie e contratti dall’esito non soddisfacente soprattutto dal punto di vista del ritorno economico.



“L’andamento del petrolio sicuramente condiziona tutta l’industria dell’oil service, quindi preoccupa strutturalmente. Ma detto questo, il 50 per cento del nostro portafoglio non è legato all’andamento del prezzo del petrolio, quindi ci sono tante opportunità che stiamo perseguendo che non sono condizionate da questi temi”, ha spiegato l’amministratore delegato, Stefano Cao, intervenendo al forum sull’energia Italia-Norvegia.La situazione è dunque costantemente monitorata, anche ai fini dell’eventuale revisione del piano industriale di Saipem.

Black Brain

Un elemento positivo è però, senza dubbio, il ritorno dell’Iran sul mercato internazionale. La fine delle sanzioni non significa che Teheran potrà immediatamente risalire ai livelli (4 milioni di barili al giorno) del 2008, ma serviranno ingenti investimenti allo scopo. “Ci sono contatti non definitivi ma comunque importanti per avvicinarsi a una fase più operativa di discussione e negoziazioni”, ha confermato Cao, annunciando che Saipem la prossima settimana “firmerà un altro Memorandum of understanding”. Le prospettive sono, potenzialmente, di grandissimo interesse: “Ci sono opportunità nel campo dell’oil & service che vanno dall’upstream all’esplorazione e, quindi, al drilling. Devono fare un sacco di manutenzione sui loro impianti e poi nel downstream e nel midstream, si tratta di capire – conclude Cao – dove esercitare le nostre capacita”.

Filippo Burla

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta