Roma, 1 set – Parafrasando l’infelice uscita di Draghi, verrebbe da chiedere: “Volete la pace o il termosifone?”. Se la prima sembra sempre più un miraggio, il secondo verrà abbassato di un grado e accesso un’ora in meno al giorno. Già, è quanto emerso oggi – stando a quanto appreso da Ansa e Adnkronos – nel corso dell’informativa sul piano di risparmio del gas che il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, ha tenuto durante il Consiglio dei ministri a Palazzo Chigi.

Termosifoni, un’ora e un grado in meno ogni giorno: il piano del governo

Per l’esattezza i termosifoni saranno abbassati di un grado – da 20 a 19 – e tenuti accesi un’ora in meno ogni giorno a partire da ottobre. La stretta dovrebbe riguardare gli edifici pubblici e le case con riscaldamenti centralizzati. Verrà ufficializzata con un decreto ministeriale che Cingolani firmerà nei prossimi giorni. Ultimo “regalo” del governo Draghi a famiglie e lavoratori, giusto per non farsi mancare nulla in un periodo di crisi economica ed energetica per certi versi senza precedenti. Nel corso dell’informativa, lo stesso ministro della Transizione ecologica non avrebbe invece accennato a eventuali ricorsi allo smart working per quanto riguarda il servizio pubblico né a specifici interventi sull’illuminazione delle vetrine dei negozi.

Sarebbe stato annunciato però un nuovo decreto “a sostegno di famiglie e imprese” per contenere gli esorbitanti costi delle bollette. Un piano che dovrebbe essere formalizzato la prossima settimana e di cui ancora non si conoscono i dettagli. Durante il Cdm si è parlato di un provvedimento “importante” a sostegno anche delle imprese, stando a quanto appreso dall’Adnkronos. Secondo il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, è un decreto “necessario per supportare nell’immediato le nostre famiglie, ma bisogna lavorare per ottenere il tetto massimo al prezzo del gas, in modo da fermare le speculazioni russe e bloccare gli aumenti delle bollette anche nel lungo periodo”.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Qualcuno ci spieghi come mai il prezzo del gas è sceso proprio quando la Russia ha chiuso i rubinetti.e come mai in Francia è quasi la metà.

Commenta