Roma, 8 dic — Nonostante sia di norma per ogni compagnia di crociera richiedere ai passeggeri e all’equipaggio di essere completamente vaccinati prima dell’imbarco, la Norwegian Breakaway[1], una nave da crociera di ritorno da una navigazione attraverso il Golfo del Messico e il Mar dei Caraibi con più di 3000 passeggeri a bordo ha rilevato un focolaio di COVID-19, come riferito da AP News[2].

Il focolaio COVID è divampato nonostante un tasso di vaccinazione completa (e quindi a doppia dose) del 100% di turisti ed equipaggio sulla nave[3][4], il che suggerisce nuovamente che l’efficacia del vaccino stia diminuendo sensibilmente col passare del tempo.

Esplode il focolaio sulla crociera “sì vax”

Risulta quindi logico, ancora una volta, auspicare e sollecitare un ampio e plurale dibattito scientifico e politico in merito, che possa affiancare al tema della vaccinazione, alla sua applicazione e alle conseguenze normative, anche ulteriori o diversi approcci sanitari.

Prima di sbarcare a New Orleans, ogni persona a bordo sarà testata per il Coronavirus. I passeggeri e l’equipaggio infetti dovranno dirigersi direttamente verso le loro case in regime di quarantena. La Norwegian Breakaway era partita da New Orleans il 28 novembre e dovrebbe tornare questo fine settimana, ha dichiarato il Dipartimento della Salute della Louisiana in un comunicato stampa. La scorsa settimana, la nave ha fatto scalo in Belize, Honduras e Messico.

Caos in alto mare

Come riporta AP: “Le navi da crociera sono state una delle prime fonti di focolai lo scorso anno all’inizio della pandemia di coronavirus, poiché alcune navi sono state respinte nei porti e i passeggeri sono stati costretti alla quarantena. Alcuni passeggeri sono morti di COVID-19 in mare mentre altri si sono ammalati così tanto da dover essere trasportati fuori dalle navi in ​​barella.”

Al tempo stesso, il sito ufficiale della compagnia di crociere norvegesi rassicura i suoi potenziali clienti e turisti: “Vai in crociera con la massima libertà. Prova tutto a bordo delle nostre navi completamente vaccinate al 100%”. Così il sito ufficiale della Norwegian Cruise Line, che prosegue con ulteriori incoraggiamenti: “Tu vuoi andare in crociera. Noi vogliamo tenerti al sicuro. Con Norwegian, il nostro programma sanitario e di sicurezza all’avanguardia consente a te e ai tuoi cari di viaggiare con la massima libertà e sicurezza. Tutti gli ospiti e l’equipaggio devono essere completamente vaccinati al 100%, in modo che tu possa fare in sicurezza ciò che hai sempre desiderato fare in crociera: TUTTO. Torniamo a vivere la vita al massimo, insieme. Naviga in sicurezza. Sentiti libero.[6]

Crollo dell’efficacia vaccinale: l’elefante nella stanza che nessuno vuole vedere

Un recente studio ha mostrato un calo dell’efficacia vaccinale in sei mesi. In Europa, nonostante passaporti vaccinali o discriminatori lasciapassare denominati Green Pass e Super Green Pass, la prescrizione di portare le mascherine al chiuso e all’aperto nei luoghi affollati, la richiesta di mantenere le distanze sociali, la disinfezione costante di luoghi e persone e gli alti tassi di vaccinazione, i paesi stanno assistendo ad un’impennata delle infezioni e dei contagi e, come per paradosso, lo spettro di nuove restrizioni e chiusure si fa sempre più minaccioso.

Valerio Savioli

[1] https://www.ncl.com/it/it/Navi-da-crociera/Norwegian-Breakaway-36rm0/

[2] https://apnews.com/article/coronavirus-pandemic-business-health-louisiana-new-orleans-1f8edb74567df1abdbc29161d800056f

[3] https://www.ncl.com/it/it/newsroom/media-statements/

[4] Direttamente dal sito ufficiale norvegese: Vaccinazioni obbligatorie contro il Covid-19

Ai fini dell’imbarco, tutti gli ospiti e l’equipaggio devono essere in possesso di copertura vaccinale completa, effettuata almeno due settimane prima della partenza. I requisiti di vaccinazione per gli ospiti riguardano attualmente tutte le crociere.

*I passeggeri che viaggiano su qualsiasi nave Norwegian Cruise Line devono essere vaccinati con protocolli di vaccinazione monomarca autorizzati dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense, dall’Agenzia europea per i medicinali (EMA) e/o dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Le navi da crociera sono state una delle prime fonti di focolai lo scorso anno all’inizio della pandemia di coronavirus,
    Ma il Transatlantico non è una nave da crociera ?.
    Purtroppo no.

Commenta