Il Primato Nazionale mensile in edicola

Legge elettoraleRoma, 6 giu – E’ iniziata oggi la discussione generale alla Camera sulla riforma della legge elettorale. Una questione sicuramente importante che ha però letteralmente monopolizzato il dibattito politico nelle ultime settimane. In pratica i parlamentari italiani non hanno parlato d’altro, in tv, sui social, in radio, sui giornali: fermamente concentrati sull’ennesima riforma gattopardiana che stavolta sembrerebbe mettere d’accordo tutti i principali partiti.

Sangue di Enea Ritter

Le votazioni si terranno domani ma oggi in Aula, fino più o meno all’ora di cena, è previsto appunto il dibattito sul tema. Peccato che nell’emiciclo sono presenti non più di 20 deputati. Una Camera dei deputati letteralmente deserta proprio nel momento in cui i deputati dovrebbero discutere della riforma che sta loro più a cuore. Per tutta la durata della seduta le immagini dell’Aula mostrano soltanto sedie vuote.

Black Brain

Per Emanuele Fiano, relatore del Pd, è stato fatto il massimo nelle condizioni date “nell’interesse preminente del Paese”. Non c’è che dire, un grandissimo interesse palesato da fantasmi che si aggirano alla Camera. Spettri di una rappresentanza politica che non riesce neppure a rappresentare se stessa in un dibattito su una legge concepita ad hoc per i deputati stessi che l’hanno strombazzata sui media, al popolo italiano, come eccezionale. Tranquilli però, assenti e presenti rilasceranno tutti dichiarazioni di circostanza per giustificarsi, addossandosi vicendevolmente la colpa. Niente di nuovo sotto le lenzuola bianche della politica italiana.

Eugenio Palazzini

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta