Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 16 gen – E’ scontro al fulmicotone sulla tenuta del governo Conte tra Carlo Calenda e Clemente Mastella. Tutto è nato da un tweet di stamani del leader di Azione: “Comunque anche io ho avuto l’onore di una telefonata del simpatico Clemente. Una roba tipo tu appoggi Conte e il PD appoggia te a Roma. Scarsa capacità di valutare il carattere degli uomini. O quanto meno il mio. #costruttori del nulla”. Un’accusa pesante, perché se quanto scritto da Calenda corrispondesse al vero e dovesse essere confermato, finirebbe per scoperchiare un vaso di Pandora impressionante.



Calenda: “Da Mastella insulto personale”

“Ho riflettuto un giorno sul rendere pubblica una telefonata privata. E tuttavia – cinguetta ancora Calenda – considero questa offerta un insulto personale e un dato politico rilevante per capire il quadro di degrado in cui versiamo. Ps non ho motivo di pensare che il PD fosse a conoscenza di quanto detto”. Dunque secondo il leader di azione Mastella avrebbe cercato di convincerlo a sostenere il premier in cambio di un appoggio del Partito Democratico nella corsa per il Campidoglio. Come noto Calenda ha ufficializzato lo scorso ottobre, in diretta da Fabio Fazio, la sua decisione di scendere in campo nella corsa a sindaco della Capitale chiedendo esplicitamente l’appoggio del Pd. L’endorsement però non è mai arrivato.

“Ritengo molto scorretto aver riferito su un social il contenuto della telefonata senza aver avvisato prima l’interlocutore. E’ atteggiamento da chi pretende di avere l’esclusiva della moralità e di essere unico detentore del bene supremo. Un po’ di umiltà non guasterebbe”, scrive su Twitter un utente polemizzando con Calenda. A quel punto il leader di Azione replica rimarcando il suo giudizio nei confronti di Mastella e della chiamata da lui ricevuta: “Non sono in rapporti con lui. Lo considero il peggio della politica e l’ho detto tante volte pubblicamente. Se chiami uno che non conosci e provi a corromperlo sia pure politicamente, quello che riceve la telefonata ha il diritto di dirlo”.

La replica di Mastella: “Sei di uno squallore umano incredibile”

La replica di Mastella non si è però fatta attendere: “Sei una persona di uno squallore umano incredibile. Ti ho telefonato – scrive l’ex leader dell’Udeur – per chiederti cosa facevi e mi hai detto che eri contro Renzi. Allora sei per il Pd? No, mi hai risposto: ‘il Pd mi dovrà scegliere per forza come candidato sindaco’. Poi hai aggiunto: ‘ne parlo’. Quanto a me, non ho alcuna titolarità per parlare a nome del Pd. Sei rimasto quello che conoscevo all’epoca del Cis di Nola, che era il referente per le segnalazioni. Ruolo modesto, perché sei moralmente modesto“, tuona Mastella “in risposta al Pariolino Calenda”.

Alessandro Della Guglia

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Non sarebbe tanto grave il se tu mi appoggi io ti appoggio quanto se tu ora appoggi lui io domani ti farò appoggiare da quelli.

Commenta