Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 2 giu – “Siamo qui soprattutto a nome degli italiani dimenticati“. Così il leader della Lega Matteo Salvini, insieme alla leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni e al vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani, durante il corteo del centrodestra riunito a Roma in Piazza del Popolo. “Siamo qua per risolvere i problemi, non per protestare, ma per proporre soluzioni. Speriamo che in Parlamento Pd e 5 Stelle ascoltino nei fatti l’appello del presidente della Repubblica”, sottolinea Salvini nel corso della grande manifestazione di piazza che riunisce i partiti di opposizione contro il governo giallofucsia. “La ricetta della Lega e di tutto il centrodestra è burocrazia zero e taglio delle tasse. Azzeriamo tutte le regole e i vincoli che renderebbero impossibile rilanciare il Paese”, annuncia Salvini.

Grande partecipazione per il flash-mob delle opposizioni

E’ grande la partecipazione per il flash-mob organizzato dal centrodestra (la manifestazione nazionale sarà a luglio) in occasione della Festa della Repubblica. Oltre 300 persone tra dirigenti dei partiti e militanti si sono ritrovate in piazza del Popolo per srotolare un enorme Tricolore di 500 metri e portarlo in corteo lungo via del Corso, dove si accalca la folla tra cronisti e cittadini. “Conte, Conte vaffa…”, “Elezioni subito” e “Libertà“, sono gli slogan intonati dai sostenitori del centrodestra. Poi i partecipanti hanno cantato in coro l’Inno d’Italia.

Meloni: “Governo ascolti questa piazza e si occupi davvero del destino della nazione”

Chiediamo al governo di ascoltare questa piazza“, dice la Meloni durante il corteo. “Fuori le marchette, fuori le poltrone. Le risorse vadano ad aiutare le imprese a non chiudere e a chi rischia di sprofondare nella povertà – dice alla stampa -. Tutto il resto non c’entra con la ripresa. Speriamo che ascoltando questa piazza si cambi passo e si riesca ad occuparsi davvero del destino della nazione“. Poi la leader di FdI va all’attacco della maggioranza giallofucsia: “Sono felicissima che con questa manifestazione la sinistra abbia scoperto il 2 giugno. Questa è anche la nostra festa e abbiamo il diritto di manifestare anche noi in sicurezza”. E circa le critiche sugli assembramenti e sul fatto che non tutti i partecipanti indossano la mascherina, la Meloni fa presente: “Stiamo facendo del nostro meglio per metterla in sicurezza ma vi segnalo che anche quando hanno fatto la manifestazione del 25 aprile non era in sicurezza. Per noi – conclude – c’è sempre una buona scusa per non manifestare mai, ma il centrodestra esiste e farà le sue manifestazioni”.

Tajani: “Serve grande strategia costruita da tutte le forze politiche”

Serve una grande strategia per il Paese e deve essere costruita in Parlamento da tutte le forze politiche, ascoltando il mondo della grande industria, dei piccoli e medi imprenditori, artigiani, commercianti agricoltori, liberi professionisti e partita Iva. Serve far ripartire l’Italia. Lo dobbiamo fare con grande impegno”, dice Tajani ne corso della manifestazione unitaria del centrodestra. “Noi abbiamo una serie di proposte. Per utilizzare i fondi europei occorre fare molte riforme a cominciare da quella del fisco, della burocrazia, della sanità, della giustizia civile che con la sua lentezza provoca fino al 2% del Pil. Questo è lo spirito con cui noi di Forza Italia vogliamo dare una testimonianza qui a Piazza del Popolo – sottolinea -. Nessun intento divisivo, vogliamo fare proposte concrete per dimostrare ai tanti italiani in difficoltà che non sono soli”.

Adolfo Spezzaferro

4 Commenti

  1. La Meloni ci può stare alla Festa della Repubblica,il leghista Salvini un po’ meno,Tajani, che negli anni ’70 a Roma era Presidente del Fronte Monarchico Giovanile, ancor di meno.
    L’americanata dei self a gettito continuo è indicativa del livello della politica di questi tempi.
    La propaganda e il protagonismo sono i padroni di casa.Ma con essi non si fa strada lunga.

    Mico G. dalla terra di ‘nduja

Commenta