Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 7 mag – Riaprire tutto e togliere il coprifuoco. L’Italia non può aspettare ancora a lungo, pena l’aggravarsi di una crisi economica oramai insostenibile per milioni di lavoratori. E non ci sono più scuse, visto che dalla prossima settimana quasi tutte le regioni saranno in zona gialla. Nonostante questo il governo continua a fischiettare, tergiversando in modo alquanto imbarazzante. Eppure anche il “rigorista” Luigi Di Maio inizia a capire l’urgenza delle riaperture.

Sangue di Enea Ritter

Coprifuoco, Di Maio: “Dal 16 maggio auspicabile superarlo”

Il ministro degli Esteri ha così buttato là un possibile giorno: il 16 maggio. “Credo che sia una data auspicabile per superare il coprifuoco”, dice Di Maio intervenendo a L’Aria che tira su La7. Ma “non è un liberi tutti”, precisa poi l’ex capo politico del M5S. Ma cosa intende Di Maio per superamento del coprifuoco? Il 16 maggio verrà tolto o semplicemente attenuato alle 23 (o al limite a mezzanotte) come fatto intendere da Marcucci? L’esponente grillino non chiarisce, si limita a dire che è necessario fare in modo di superare il coprifuoco per “come lo conosciamo e non rientrarci pochi mesi dopo”. E “non vale solo per l’Italia questa situazione”, perché “tutti vogliamo uscire da quest’incubo”. Quando si dice scoprire l’acqua calda.

Black Brain

Non solo centrodestra

Nel frattempo però non solo il centrodestra incalza per rimuovere il coprifuoco. Prova ne è la spaccatura in seno alle forze della maggioranza di governo. “Per me il coprifuoco non ci deve più essere. Va tolto, perché non serve più, ci sono ogni giorno 500mila vaccinati. Per me va tolto del tutto”, dice Matteo RenziDritto e Rovescio su Rete 4.
Mentre Andrea Marcucci, senatore ed ex capogruppo Pd al Senato, non vuol cedere alle pressioni. “Vedo che i dati sono incoraggianti, mi aspetto una attenuazione del coprifuoco, alle 23 o a mezzanotte. Salvini deve dimenticarsi per un minuto almeno di Giorgia Meloni. Per metà maggio, mi auguro siano possibili nuove riaperture”. Auspici, speranza, parziali aperture. Un teatrino che francamente ha stufato tutti. Ora serve semplicemente ammettere che mantenere il coprifuoco non è giustificabile.

Alessandro Della Guglia

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta